Eventi




Ultime news
  • 13 Giugno 2024
    La sfida della sinodalità
    Leggi tutto
  • 11 Giugno 2024
    Antonino d'Oro 2024
    Leggi tutto
  • 10 Giugno 2024
    Arrivederci Donata
    Leggi tutto
  • 30 Maggio 2024
    Insieme contro le dipendenze
    Leggi tutto
  • 24 Maggio 2024
    Leva obbligatoria, storia passata
    Leggi tutto
  • 24 Maggio 2024
    Assemblea della Comunità di don Benzi
    Leggi tutto
  • 24 Maggio 2024
    Chiara Griffini per la tutela minori Cei
    Leggi tutto
  • 16 Maggio 2024
    Alluvione in Romagna
    Leggi tutto
  • 02 Maggio 2024
    Sandra Sabattini, il ricordo
    Leggi tutto
  • 24 Aprile 2024
    Elezioni europee
    Leggi tutto
interventi
ACCOGLIENZA SOSTEGNO ALIMENTARE ASSISTENZA SANITARIA ISTRUZIONE DISABILITA INSERIMENTO AL LAVORO

L’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII è presente in Tanzania dal 1992 e cerca di aiutare bambini e famiglie in difficoltà, bambini di strada, malati di AIDS, disabili.

Strutture di accoglienza

  • Due Case Famiglia: In queste Case Famiglia si accolgono bambini e ragazzi in difficoltà, disabili oppure orfani che provengono dalla strada, offrendo loro un clima familiare sereno e accogliente
  • Due famiglie aperte, una ad Iringa e una a Dar es Salaam, che accolgono bambini in stato d’abbandono o orfani

Tanzania

#FOTOGALLERY:apg23tanzania#

Interventi di sostegno e di sviluppo

Progetto Rainbow
È un modello di intervento su larga scala che si propone di aiutare il maggior numero di bambini orfani dell’AIDS, cercando di mantenerli all’interno di una famiglia; Rainbow collabora con le varie organizzazioni presenti sul territorio, per sviluppare e potenziare le attività che sono già presenti; opera attraverso centri nutrizionali, centri di aiuto e ascolto, supporto scolastico, case famiglia di pronto soccorso per ragazzi di strada, gruppi di microcredito (dove le famiglie vengono aiutate, grazie ad un piccolo prestito, ad avviare una piccola attività commerciale), gruppo per la sensibilizzazione a livello nazionale, sostegno per gli anziani.

Centri di accoglienza per minori
Il Centro Kizito accoglie 17 ragazzi di strada di età compresa tra i 4 e i 16 anni. L’obiettivo è allontanarli dalla strada e garantire loro un percorso educativo e formativo. Inoltre sostiene 3 ragazzi nel loro percorso scolastico.

Centri Nutrizionali
Il Ngome Nutrition Centre ogni anno sostiene una ventina di bambini che ricevono il cibo necessario per uno sviluppo sano ed un’alimentazione adeguata

Centro "Shalom centre"
E' un centro ricreativo e culturale in cui tutti i pomeriggi dal lunedì al sabato vengono svolte attività ricreative e culturali rivolte ai ragazzi dai 15 ai 30 anni per toglierli dalla strada e offrir loro la possibilità di occupare il tempo in modo creativo. Si svolgono lezioni di musica, disegno, cucito, uncinetto, perline, inglese, basket, pallavolo, giornalismo

Mense scolastiche
Sosteniamo due mense scolastiche in una scuola elementare e in una materna grazie alle quali riusciamo a fornire almeno tre giorni alla settimana un pasto ad oltre 500 bambini.

Microfinanza
Coinvolge ogni anno circa un centinaio di persone. Prima di erogare il prestito vengono organizzati dei corsi di formazione dopo i quali verrà fornito il prestito per intraprendere una piccola attività agricola o di allevamento o un piccolo commercio.

Villaggio delle nonne
L’obiettivo del progetto è quello di migliorare lo stile di vita di alcune famiglie residenti nella zona di Iringa attraverso la costruzione di casette da dare ad alcune anziane signore che accoglievano i nipoti orfani e vivevano in condizioni disagiate.

Centro “Baba Oreste”
Avviato nel 2009, e situato a Bunju, a 40 km dalla capitale Dar es Salaam, questo Centro accoglie una quarantina di bambini disabili e normodotati di famiglie povere della zona che partecipano ad attività educative e ricreative, ricevono quotidianamente un supporto alimentare e un sostegno sanitario in caso di necessità. Le famiglie dei bambini regolarmente iscritti alla scuola pubblica vengono sostenute nel pagamento delle spese relative.

Progetto Adozioni a Distanza
Attualmente sono seguiti con il sostegno a distanza 65 nuclei familiari, monitorati con visite domiciliari. L’obiettivo è quello di migliorare le condizioni di vita di famiglie dove spesso è solo la donna ad essere presente e a dover pensare al mantenimento dei figli e nipoti orfani.

 

Ultime news
  • La sfida della sinodalità
    Cardinale Farrell: la carità come dono dello Spirito Santo. Rafael Luciani parla della missione come fine ultimo della si...
    Leggi tutto
    13 Giugno 2024
  • Antonino d'Oro 2024
    La Comunità Papa Giovanni XXIII esprime la sua profonda gratitudine per il conferimento del premio "Antonino d'Oro" 2024 a...
    Leggi tutto
    11 Giugno 2024
  • Arrivederci Donata
    Cordoglio per la Scomparsa di Donata Giacometti.
    Leggi tutto
    10 Giugno 2024
  • Insieme contro le dipendenze
    Sono arrivati a La Verna il 7 giugno i partecipanti al pellegrinaggio "Sogna e Cammina", organizzato dalla Comunità Papa G...
    Leggi tutto
    30 Maggio 2024
  • Leva obbligatoria, storia passata
    Alcune domande sul ddl "Istituzione del servizio militare e civile universale territoriale e delega al governo per la sua ...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2024
  • Assemblea della Comunità di don ..
    «Siamo emozionati perché finalmente, dopo la pandemia e l'alluvione dello scorso anno in Romagna torniamo all'usuale rad...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2024
  • Chiara Griffini per la tutela min..
    È una novità senza precedenti che ha anche comportato una revisione dello statuto. Sarà Chiara Griffini, 47 anni, originar...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2024
  • Alluvione in Romagna
    I protagonisti di quelle ore drammatiche raccontano i danni materiali e le conseguenze psicologiche dell'alluvione.
    Leggi tutto
    16 Maggio 2024
  • Sandra Sabattini, il ricordo
    I nove giorni che precedono l'evento, dal 25 aprile al 3 maggio, alle ore 18:30 presso la Chiesa parrocchiale di San Girol...
    Leggi tutto
    02 Maggio 2024
  • Elezioni europee
    «Il nostro modello di società cui ci ispiriamo è quella che don Benzi chiamava la Società del gratuito. In essa, ognun...
    Leggi tutto
    24 Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter IOCON
Iscriviti alla nostra Newsletter, riceverai le nostre storie e le notizie dalle Case Famiglia e dal mondo della Comunità Papa Giovanni XXIII
iscriviti adesso

Loading…