Eventi




SERVIZIO ANTITRATTA
antitratta@apg23.org

Caterina Ghiozzi
T. +39 340 3317979
Maurizio Galli
T. +39 348 4767078

"Nessuna donna nasce prostituta".
Don Oreste Benzi

La tratta di esseri umani a scopi di prostituzione è stata paragonata a quella degli schiavi africani per il numero di vittime che comporta. È un giro di affari mondiale, fatto sulla pelle di ragazze giovanissime, cresciute in contesti difficili e desiderose di una vita migliore. Un traffico internazionale illegale molto ben organizzato ed estremamente redditizio, con cifre da capogiro: le “industrie del sesso” sono ormai diventate delle vere e proprie multinazionali. Per combattere questa moderna schiavitù la Comunità ha istituito il Servizio Antitratta.

Don Oreste fin dai primi anni ‘90 ha dato inizio all’esperienza della “condivisione di strada”: gruppi di contatto che incontrano le donne costrette a prostituirsi in strada per proporre loro, una volta instaurato un rapporto di fiducia, una via d’uscita, ovvero l’accoglienza in una struttura comunitaria.

 

Non siamo in vendita

Tre ragazzine: 15 anni, 17, 13. L’età della scuola, degli amici, delle feste, degli innamoramenti, dei sogni per una vita ancora tutta da scoprire. Ma non per loro: perso ogni punto di riferimento, vengono gettate in un vortice di inganni, umiliazioni, violenze, torture indicibili. Storie partite da lontano ma finite accanto a noi. Ragazzine, quasi bambine, che vediamo lungo le strade delle nostre città, sfruttate da un mercato della prostituzione in cerca di vittime sempre più giovani.

Continua

 

Le vediamo passeggiare ogni notte lungo le strade di periferia delle nostre città.
Le chiamiamo prostitute. Ma di loro, dei loro sogni di ragazze, delle loro sofferenze, non sappiamo nulla. E proprio dall’incontro con la sofferenza nascosta di queste ragazze ancora bambine a cui viene calpestato il diritto ad essere donne, nasce l’urgenza di lottare con e per loro. La Comunità è stata la prima associazione in Italia a farlo, accogliendole e creando delle case apposta per loro, dove potessero recuperare la dignità negata.
Perché non si mistifichi questa terribile violenza dietro il paravento del “mestiere più antico del mondo”.

Foto: Daniele Calisesi
Foto: Daniele Calisesi

Programma di protezione sociale della Comunità

La Comunità Papa Giovanni XXIII ha elaborato un proprio metodo per intervenire a favore della ragazze schiavizzate e creato una ricca serie di interventi a vari livelli (sensibilizzazione, intervento di strada, accoglienza), fra loro coordinati e inseriti in rete con servizi e interventi realizzati da altri enti pubblici e privati. Leggi il programma di protezione sociale. Nel programma di recupero e protezione proposto viene garantita l'assistenza legale, psicologica e sanitaria, l'aiuto nel disbrigo di pratiche burocratiche, l'apprendimento della lingua italiana, corsi di formazione professionale, l'avvio all'autonomia lavorativa.
 

Campagna di sensibilizzazione per fermare la domanda

"Questo è il mio corpo" è una campagna per la liberazione delle vittime di tratta e sfruttamento, promossa dalla Comunità Papa Giovanni XXIII con la collaborazione di un cartello di associazioni. Propone delle azioni per chiedere al Parlamento e al governo italiani una legge che sanzioni il cliente, in particolare la proposta di legge Bini (Atto Camera 3890 "Modifica all'articolo 3 della legge 20 febbraio 1958, n. 75, concernente l'introduzione di sanzioni per chi si avvale delle prestazioni sessuali di soggetti che esercitano la prostituzione"). Per maggiori informazioni questoeilmiocorpo.org e su facebook Questo è il mio corpo


Dati Servizio Antitratta

Dati servizio Antitratta

  • 100 vittime di tratta assistite: 78 femmine tra cui madri (totale figli: 22), 21 maschi di cui 1 minore e 1 transgender. Età prevalente: 24-27 anni.
  • Nazionalità prevalente nigeriana. Ma sono assistite anche vittime  provenienti da Bulgaria, Romania, Marocco, Albania.
  • 7 donne vittime di tratta a scopo sessuale di origine nigeriana e camerunense supportate in Germania, Svezia, Belgio in cooperazione con ONG locali
  • 22 unità di contatto in 11 Regioni (Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Umbria, Piemonte, Toscana, Sardegna, Veneto) .
  • 3 unità di contatto per l'emersione di vittime di tratta al fine di accattonaggio e/o sfruttamento lavorativo in 3 Regioni (Liguria, Piemonte, Emilia Romagna)
  • 5 team di primo contatto indoor in 4 Regioni (nelle città di Bari, Modena, Rimini, Roma, Savona)

Dati 2021

Bando Servizio Civile - Scopri i nostri progetti in Italia e all'Estero

 

Ultime news
  • Bologna, 50 anni di Servizio civile
    La Scuderia di Piazza Giuseppe Verdi 2 a Bologna ospiterà venerdì 16 dicembre, dalle ore 17.30 alle 22.00, una serata dedi...
    Leggi tutto
    06 Dicembre 2022
  • L'amore nella disabilità
    Le persone con disabilità, in tema di affettività e di sessualità, rischiano di trovarsi vittime di tabù o di falsi pudori...
    Leggi tutto
    29 Novembre 2022
  • Progetto Miriam a Bologna
    In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne 2022, si terrà il 30 novembre...
    Leggi tutto
    28 Novembre 2022
  • Violenza contro le donne
    La Comunità Papa Giovanni XXIII, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le do...
    Leggi tutto
    24 Novembre 2022
  • La Chiesa contro gli abusi
    Oggi esce il primo report annuale sulla rete dei servizi e dei percorsi formativi e di rinnovamento che la Chiesa italiana...
    Leggi tutto
    18 Novembre 2022
  • Nuovo Vescovo di Rimini
    Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, sulla nomina del nuovo Vescovo di Rimini
    Leggi tutto
    17 Novembre 2022
  • Progetto Amelie
    Al via il progetto europeo AMELIE per migliorare i servizi sanitari
    Leggi tutto
    16 Novembre 2022
  • Donne migranti vittime di violenza
    Violenza contro le donne migranti; al Panel Europeo le Linee guida per la promozione del benessere psicologico e il supera...
    Leggi tutto
    09 Novembre 2022
  • Liberiamo i naufraghi
    Come organizzazioni del Tavolo Asilo e Immigrazione e che si occupano della promozione dei diritti fondamentali, ci rivolg...
    Leggi tutto
    08 Novembre 2022
  • No alle armi nucleari
    A pochi giorni dalla grande manifestazione per la pace del 5 novembre a Roma e uniti a Papa Francesco, offriamo questo c...
    Leggi tutto
    28 Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…