Eventi




SERVIZIO CARCERE

carcere@apg23.org
Mario Muratori
M. +39 348 4766853
Daniele Fiorini
M. +39 348 7150967
Accoglienza CEC
M. +39 346 1503478

CEC (Comunità Educanti con i Carcerati) in Italia

CEC (Comunità Educante con i carcerati) è un progetto portato avanti dalla Comunità Papa Giovanni XXIII per la rieducazioni dei detenuti. In Italia ha portato alla realizzazione di alcune strutture.

Evidenziamo che i costi di tutto quello  che siamo riusciti a realizzare  per  sperimentare il Progetto CEC APGXXIII  sono stati quasi completamente a carico dell’Associazione, in quanto fino ad oggi non sono previsti finanziamenti per opere educative, di recupero e di incremento della sicurezza pubblica, come la nostra.


La Casa “Madre del Perdono” e la casa “Madre della riconciliazione”
l’uomo non è il suo errore

Situate nella provincia di Rimini. La casa "Madre del Perdono" nasce nel 2004, per offrire ai detenuti (per noi ‘recuperandi’) un percorso educativo in una dimensione di casa e di famiglia. Visti i risultati positivi sempre nel riminese nel 2011 è nata la casa "Madre della Riconciliazione". Nelle case si offre una formazione umana e una formazione valoriale-religiosa. Attraverso la valorizzazione del merito viene valutato il cammino di ogni recuperando nel comportamento e nello svolgimento delle mansioni assegnate.

Si organizzano corsi di professionalizzazione e formazione al lavoro sia all’interno che all’esterno della struttura, in particolare presso il laboratorio “La Pietra Scartata” della cooperativa "La Fraternità", dove, a fianco di ragazzi disabili si trasformano e producono prodotti provenienti da agricoltura biologica. In particolare adiacente alla casa madre della riconciliazione, la cooperativa Agricola “Cieli e terra nuova” dove sono attivi corsi di professionalizzazione al lavoro in laboratori specifici: gestione della stalla con circa 120 capi di bestiame, caseificio per produzione di formaggio fresco, macelleria, colture biologiche.

Il territorio è coinvolto nel progetto educativo attraverso la presenza di numerosi volontari, appositamente formati, che instaurano relazioni di amicizia e dialogo in un rapporto individuale con i singoli detenuti e organizzano per loro attività educative e ricreative. Dalla sua apertura sono stati accolti nella casa 410 detenuti: oggi vi scontano la pena circa 40 recuperandi. Nella sola provincia di Rimini, nella rete della comunità sono accolte 65 persone.
 

Dalla dinamite al miele, dalla preparazione della guerra ad un laboratorio di pace
Il Pungiglione – Villaggio dell’accoglienza

In Lunigiana, in Provincia di Massa Carrara, nei locali abbandonati di un ex dinamitificio di fine 800’ è nata la cooperativa “il Pungiglione”. La scommessa da cui si è partiti era quella di fare dell'apicoltura un mezzo di reinserimento sociale, una terapia e un lavoro per le persone in difficoltà, in particolare per i detenuti già accolti presso le case famiglia della zona. Oggi qui si producono mieli di castagno e di acacia con riconoscimento DOP (Denominazione di origine protetta), oltre alla mieleria e alla cereria per la lavorazione del miele e dei prodotti derivati ci sono una falegnameria, un ostello e una bottega che offre prodotti biologici a filiera corta. Il villaggio nel suo insieme costituisce una solida rete di relazioni umane entro le quali si sviluppa il percorso educativo per i recuperandi, con particolare attenzione alla formazione al lavoro. Sono stati accolti nel Villaggio circa 350 detenuti, di cui 70  stranieri.

Ultime news
  • Giornata Internazionale delle Fam..
    Da quasi 50 anni le nostre sono più che case: sono famiglie. Il Responsabile Generale, papà di Casa Famiglia, racconta i...
    Leggi tutto
    14 Maggio 2021
  • SETTIMANA LAUDATO SI' 2021 dal 16..
    La “Settimana Laudato Si’” 2021 conclude l’ “Anno Laudato Si’” proclamato da Papa Francesco ed il Dicastero per lo Svilupp...
    Leggi tutto
    13 Maggio 2021
  • Stati generali della natalità
    Fare un figlio non è mai un affare di famiglia, un fatto privato, ma un investimento per il Bene Comune. Un figlio è di tu...
    Leggi tutto
    12 Maggio 2021
  • L'aiuto della CEI che arriva dove..
    Sono 23 le Diocesi che hanno scelto di destinare alla Comunità i fondi 8x1000 a sostegno delle nostre attività di accogl...
    Leggi tutto
    11 Maggio 2021
  • Contro la repressione in Colombia
    «Esprimiamo profonda preoccupazione per quanto sta accadendo in questi giorni in Colombia. Auspichiamo un’azione urgente d...
    Leggi tutto
    05 Maggio 2021
  • Verso una Giornata dell'affidamen..
    A quasi 40 anni dall'approvazione della legge 184 del 4 maggio 1983 che regolamenta l'affido familiare, il Tavolo Nazional...
    Leggi tutto
    28 Aprile 2021
  • Nadia De Munari, il ricordo
    Esprimiamo profondo cordoglio per la brutale uccisione di Nadia De Munari, da 26 anni missionaria laica in Perù dove gesti...
    Leggi tutto
    27 Aprile 2021
  • Contro le armi nucleari
    Il 22 gennaio 2021, al termine dei 90 giorni previsti dopo la 50esima ratifica, il “Trattato di Proibizione delle Ar...
    Leggi tutto
    25 Aprile 2021
  • Ergastolo ostativo
    «L'ergastolo ostativo è incostituzionale perché disumano in quanto elimina la speranza. Anche gli ergastolani hanno il dir...
    Leggi tutto
    17 Aprile 2021
  • Carcere, l'alternativa è possibile
    Nei giorni scorsi il Rapporto del Consiglio d’Europa “Space”, basandosi su dati 2020, ha sottolineato che l’Italia...
    Leggi tutto
    14 Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…