Eventi




Ultime news
  • 12 Giugno 2021
    Pellegrinaggio contro la droga
    Leggi tutto
  • 11 Giugno 2021
    Giochiamo al parco
    Leggi tutto
  • 04 Giugno 2021
    Preghiera interreligiosa
    Leggi tutto
  • 03 Giugno 2021
    Contro l'accordo economico
    Leggi tutto
  • 03 Giugno 2021
    Verso Taranto e oltre
    Leggi tutto
  • 31 Maggio 2021
    Tempo di sogni
    Leggi tutto
  • 25 Maggio 2021
    Contro le armi nucleari.
    Leggi tutto
  • 25 Maggio 2021
    Colombia, la denuncia Apg23
    Leggi tutto
  • 22 Maggio 2021
    Pentecoste 2021
    Leggi tutto
  • 22 Maggio 2021
    Anniversario legge 194
    Leggi tutto

CONDURRE UNA VITA DA POVERI


I membri della Comunità scelgono liberamente ciò che gli ultimi sono costretti a vivere per forza: non tengono per sé ciò che li separa da loro; il povero che il Signore fa loro incontrare modifica la loro vita, sconvolge le loro sicurezze, può chiedere anche il posto nella famiglia, a mensa.

I membri della Comunità tendono a non appartenersi, ma a farsi determinare dal bisogno degli ultimi che il Signore fa loro incontrare, ben sapendo che è Lui che li sceglie per loro; tendono inoltre a non essere padroni ma amministratori fedeli dei doni e della grazia che il Signore dona loro, facendo entrare i poveri nella loro vita.

Non si ritengono proprietari ma amministratori anche del denaro di cui vengono in possesso; tengono per sé lo stretto necessario per vivere poveramente e il resto lo restituiscono agli ultimi in modi diversi, a seconda dello stato e dell'ambito di vita, decidendo assieme al nucleo e con la conferma del responsabile della Comunità, che la guida nel Signore. Possono anche mettere assieme il denaro e ciascuno prenderne secondo Il bisogno, coloro per i quali questo modo è aiuto a vivere più poveramente. In ogni modo cercano le forme più radicali per essere veramente ed effettivamente poveri.

I beni che la Comunità viene ad avere sono in funzione degli ultimi. Quei membri della Comunità che dallo Spirito sono mossi ad andare a cercare i poveri là dove sono, possono provare in se stessi anche la povertà estrema. Tutti coloro che seguono questa via di santificazione cercano le virtù connesse alla vita da poveri; la frugalità, la semplicità, il coraggio della verità, l'essenzialità, l'umiltà, il sacrificio accompagnato in maniera particolare dalla scomodità.

LASCIARSI GUIDARE NELL'OBBEDIENZA


I membri della Comunità riconoscono il servizio di conferma e di guida esercitato dal responsabile della Comunità come dono presente nella Chiesa per vivere con un cuore solo e un'anima, e per non correre invano. Sottoponendo la propria vita alla verifica della Comunità e dell'autorità, essi intendono vivere la povertà nel suo aspetto più radicale e sconvolgente. Si vive, nella Comunità, l'obbedienza come garanzia di libertà da se stessi, come conformità a Cristo che si è fatto obbediente fino alla morte e alla morte di croce, come via per non farla da padroni. Il rapporto con questo servizio di conferma si attua in tre modi:

  1. Sapendo che lo Spirito è presente in tutte le membra del popolo di Dio, che opera ai fìni della santificazione e dell'edificazione del Regno in ognuno di essi, l'iniziativa, le ispirazioni, la vita intera, vengono sottoposte alla conferma dell'autorità e della Comunità.
  2. I membri della Comunità che, mossi dallo Spirito, vedono nell'obbedienza totale una migliore via per sé, per vivere più pienamente la vocazione, possono fare il voto di obbedienza.
  3. I membri della Comunità accettano di buon grado che l'autorità stessa abbia una iniziativa di proposte e di richiesta di obbedienza.

Carta di Fondazione

Ultime news
  • Pellegrinaggio contro la droga
    Partiranno lunedì 14 giugno alle 10.30 in Piazza Maggiore a Bologna, alla volta di Firenze, alcuni dei ragazzi impegnati n...
    Leggi tutto
    12 Giugno 2021
  • Giochiamo al parco
    Giochi al parco per combattere il gioco d'azzardo. Sabato pomeriggio, dalle 14:30 alle 18:30, i Giardini Margherita ospite...
    Leggi tutto
    11 Giugno 2021
  • Preghiera interreligiosa
    Il momento di preghiera interreligiosa Nel segno di Abramo si terrà domenica 6 Giugno alle ore 19:30 a Bologna, presso la ...
    Leggi tutto
    04 Giugno 2021
  • Contro l'accordo economico
    Il 21 maggio 2021 la Comunità Papa Giovanni XXIII ha partecipato all'evento online  organizzato dalla sezione Italia della...
    Leggi tutto
    03 Giugno 2021
  • Verso Taranto e oltre
    Anche la Comunità Papa Giovanni XXIII prende parte alla 49a Settimana sociale dei Cattolici italiani (Taranto 21-24 ottobr...
    Leggi tutto
    03 Giugno 2021
  • Tempo di sogni
    Un incontro  per  raccontare i sogni dei giovani, anche in un tempo di crisi  come quello attuale.   E' questo l'obiettivo...
    Leggi tutto
    31 Maggio 2021
  • Contro le armi nucleari.
    «Come Comunità Papa Giovanni XXIII affianchiamo Papa Francesco senza sé e senza ma, nell'opporsi al suicidio dell'umanità ...
    Leggi tutto
    25 Maggio 2021
  • Colombia, la denuncia Apg23
    Lunedì 24 maggio 2021 il Comitato Permanente sui Diritti Umani nel mondo della Commissione Affari Esteri della Camera dei ...
    Leggi tutto
    25 Maggio 2021
  • Pentecoste 2021
    La Comunità Papa Giovanni XXIII si unisce in spirito alla Veglia di Pentecoste che verrà celebrata Sabato 22 Maggio alle o...
    Leggi tutto
    22 Maggio 2021
  • Anniversario legge 194
    Nel 2020 sono state 1.498 le mamme che hanno contattato il Servizio Vita della Comunità di don Benzi per richiedere un aiu...
    Leggi tutto
    22 Maggio 2021
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…