Eventi




Anche Ferrara sanziona i clienti

Il Comune emiliano mette in atto una multa per combattere la prostituzione coatta

È stato approvato lunedì 13 marzo il nuovo Regolamento di Polizia urbana con la maggioranza Pd pressochè compatta, che prevede tra l'altro all'art. 41 la multa di 400 € per chi si ferma in strada per contrattare prestazioni sessuali a pagamento.
La Comunità Papa Giovanni XXIII applaude il sindaco Tiziano Tagliani che ha scelto di mettersi in ascolto della voce dei cittadini che l'8 febbraio erano scesi in strada per la Fiaccolata per le vittime di sfruttamento sessuale e tratta organizzata da numerose associazioni ferraresi per promuovere la Campagna denominata Questo è il mio corpo e la proposta di legge di Modifica all'art.3 della Legge Merlin, volta a sanzionare i clienti. E, nonostante alcune voci contrastanti all'interno del Consiglio Comunale, ha sostenuto l'urgenza e l'importanza di quell'articolo che oltre a ragioni di decoro urbano e di intralcio alla sicurezza come prevedono altri regolamenti e ordinanze in altri comuni dell'Emilia-Romagna (Parma, Modena, e di recente anche Piacenza), sottolinea che la sanzione al cliente rientra tra gli interventi volti allo scoraggiamento della domanda, per un più efficace contrasto alla tratta degli esseri umani ormai radicata nel contesto prostitutivo. Nel corso della riflessione in Commissione sul Regolamento comunale, l'Assessore alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, Chiara Sapigni aveva infatti specificato che tali interventi sono richiesti sia dalla Direttiva dell'Unione Europea 36/2011 che dal Piano nazionale antitratta del Ministero dell'Interno.
La Comunità di don Benzi dal 2006 è presente sulle strade ferraresi della zona Gad (dintorni della stazione) e del quartiere di Via Bologna con una Unità di Strada che annualmente conta tra i 700 e i 1000 contatti di potenziali vittime di tratta e che incontra chi chiede di uscire dal giro ogni settimana nell'ufficio messo a disposizione all'interno dell'Assessorato alle Politiche sociali. Nel Report 2016 di cui è stata data informativa anche al Consiglio comunale, era emersa negli ultimi mesi la presenza in strada di quasi un centinaio di giovani donne nigeriane e albanesi che agli operatori di strada avevano dichiarato di essere state costrette in strada. Inoltre gli operatori avevano segnalato alle forze dell'ordine la presenza in strada di presunte minori di età compresa tra i 16 e i 18 anni (di cui due sono state accolte negli ultimi due mesi) provenienti dal flusso dei profughi, fenomeno in aumento secondo i dati sulle minorenni dell'Associazione Papa Giovanni XXIII anche in altre città italiane.



Irene Ciambezi
15/03/2017
NOTIZIE CORRELATE

Ultime news
  • Assemblea generale 2021
    Il 24 luglio si riunisce tutta la grande famiglia della Comunità Papa Giovanni XXIII sparsa nel mondo in occasione dell'a...
    Leggi tutto
    20 Luglio 2021
  • Una serata nel nome di don Benzi
    Verranno premiati i vincitori del Premio Dalla parte degli ultimi. Le immagini esclusive di Don Oreste Benzi.
    Leggi tutto
    19 Luglio 2021
  • Corridoi umanitari da Lesbo
    Sono arrivati questa mattina all’aeroporto di Fiumicino 34 profughi provenienti dall’isola greca di Lesbo. Si tratta di fa...
    Leggi tutto
    14 Luglio 2021
  • Anzianità: un tempo bello da viv..
    Il 25 luglio 2021 è la Giornata Mondiale dei nonni e degli anziani e ci siamo interrogati per trovare le giuste risposte ...
    Leggi tutto
    07 Luglio 2021
  • Pedagogia della gratuità
    Qual è la differenza tra educare e formare? Genitori, insegnanti, educatori, insieme a tutti coloro che cercano un modello...
    Leggi tutto
    28 Giugno 2021
  • Contro la violenza sulle donne
    Continua il Progetto Miriam con il percorso avviato ad aprile, che ora si fa tour in presenza. In questi giorni da Genova ...
    Leggi tutto
    27 Giugno 2021
  • Riconoscimento 2021
    Sabato 26 giugno si celebra la Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droga, voluta dall'Assemb...
    Leggi tutto
    24 Giugno 2021
  • Servizio civile in Emilia Romagna
    C'è tempo fino al 18 luglio 2021 per presentare la propria candidatura ai progetti di Servizio Civile  Regionale 2021 del...
    Leggi tutto
    23 Giugno 2021
  • «L'aborto non è un diritto»
    «Non esiste un diritto ad abortire. La vita umana, anche quella non ancora nata, possiede una propria dignità e un proprio...
    Leggi tutto
    22 Giugno 2021
  • Covid-19: la Capanna si fa casa
    La Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna (CARISBO) ha finanziato, per l’anno 2020, il progetto #iorestoacasaconte, sost...
    Leggi tutto
    16 Giugno 2021
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…