Eventi




Il patriarca e tre vescovi contro la prostituzione

A Verona hanno aderito pubblicamente alla Campagna "Questo è il mio corpo"

Sono state più di 500 le persone che hanno scelto di uscire in strada l’8 febbraio, a Verona, in una fredda serata d’inverno, per denunciare, attraverso la presenza silenziosa, la preghiera e il canto che non si può più fingere indifferenza di fronte al fenomeno della tratta. La manifestazione, organizzata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, si intitolava «Sono bambini, non schiavi», perché sono sempre più numerose le ragazzine minorenni che vengono buttate in strada dopo essere state percosse, violentate, derubate della loro giovinezza, della loro dignità.

In prima linea, a guida di questo popolo in marcia lungo le vie di Verona, assieme al responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII Giovanni Paolo Ramonda, c’erano il patriarca di Venezia Francesco Moraglia, mons. Giuseppe Zenti vescovo di Verona, mons. Pierantonio Pavanello vescovo di Adria-Rovigo, mons. Beniamino Pizziol vescovo di Vicenza.

La fiaccolata, che quest’anno è alla sua terza edizione, ha preso avvio a Castelvecchio e si è conclusa all’interno della basilica di S. Zeno. Nella cornice magnificamente affrescata della basilica, ha risuonato ancor più dolorosamente l’orrore della storia di Anna (nome di fantasia), una ragazzina partita quattordicenne da un Paese africano insieme al suo fidanzatino, per rincorrere un sogno di vita insieme. Il sogno si è presto infranto ed entrambi sono stati venduti senza pietà e risucchiati in un vortice di violenze e soprusi.

#FOTOGALLERY:verona#

«Non possiamo dire nell’assemblea “questo è il mio corpo” e poi non farci carico di chi ci chiede aiuto perché il suo corpo è oggetto di mercimonio», ha detto durante la veglia il patriarca Francesco Moraglia. «Dobbiamo essere capaci di una proposta culturale. Dobbiamo darci da fare perché nella nostra società ci siano delle buone leggi. Vi invito a firmare questa sera perché anche il cliente sia responsabilizzato, perché la persona non è un oggetto». Con queste parole il patriarca di Venezia ha invitato tutti i presenti a seguire l’esempio suo e quello degli altri vescovi presenti, che hanno firmato pubblicamente, aderendo alla campagna "Questo è il mio corpo". Questa iniziativa propone delle azioni per chiedere al Parlamento ed al Governo italiano una legge che sanzioni il cliente, sulla scia del "modello nordico", adottato in Svezia, Norvegia, Islanda, Francia, e auspicato dall'Unione europea.

Giovanni Paolo Ramonda, responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII ha concluso: «Ringraziamo i nostri Pastori per l'adesione, l'incoraggiamento ed il sostegno alla campagna per la liberazione di queste nostre sorelle, rese schiave per soddisfare gli appetiti sessuali dei maschi italiani. Continuiamo come Chiesa a portare avanti questa importante battaglia, un'eredità spirituale di don Oreste Benzi».

Foto di Caterina Balocco e Marco Scarmagnani



Chiara Bonetto
10/02/2017
NOTIZIE CORRELATE

 

 

Ultime news
  • La sfida della sinodalità
    Cardinale Farrell: la carità come dono dello Spirito Santo. Rafael Luciani parla della missione come fine ultimo della si...
    Leggi tutto
    13 Giugno 2024
  • Antonino d'Oro 2024
    La Comunità Papa Giovanni XXIII esprime la sua profonda gratitudine per il conferimento del premio "Antonino d'Oro" 2024 a...
    Leggi tutto
    11 Giugno 2024
  • Arrivederci Donata
    Cordoglio per la Scomparsa di Donata Giacometti.
    Leggi tutto
    10 Giugno 2024
  • Insieme contro le dipendenze
    Sono arrivati a La Verna il 7 giugno i partecipanti al pellegrinaggio "Sogna e Cammina", organizzato dalla Comunità Papa G...
    Leggi tutto
    30 Maggio 2024
  • Leva obbligatoria, storia passata
    Alcune domande sul ddl "Istituzione del servizio militare e civile universale territoriale e delega al governo per la sua ...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2024
  • Assemblea della Comunità di don ..
    «Siamo emozionati perché finalmente, dopo la pandemia e l'alluvione dello scorso anno in Romagna torniamo all'usuale rad...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2024
  • Chiara Griffini per la tutela min..
    È una novità senza precedenti che ha anche comportato una revisione dello statuto. Sarà Chiara Griffini, 47 anni, originar...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2024
  • Alluvione in Romagna
    I protagonisti di quelle ore drammatiche raccontano i danni materiali e le conseguenze psicologiche dell'alluvione.
    Leggi tutto
    16 Maggio 2024
  • Sandra Sabattini, il ricordo
    I nove giorni che precedono l'evento, dal 25 aprile al 3 maggio, alle ore 18:30 presso la Chiesa parrocchiale di San Girol...
    Leggi tutto
    02 Maggio 2024
  • Elezioni europee
    «Il nostro modello di società cui ci ispiriamo è quella che don Benzi chiamava la Società del gratuito. In essa, ognun...
    Leggi tutto
    24 Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter IOCON
Iscriviti alla nostra Newsletter, riceverai le nostre storie e le notizie dalle Case Famiglia e dal mondo della Comunità Papa Giovanni XXIII
iscriviti adesso

Loading…