Buon compleanno Sandra!

Una messa in ricordo di Sandra Sabattini

Anche quest’anno, nella calda estate della riviera romagnola, il 19 agosto si è celebrata la consueta Santa Messa in memoria della Serva di Dio Sandra Sabattini nell’anniversario della sua nascita (quest’anno avrebbe compiuto 55 anni). La Messa è stata celebrata da don Roberto Battaglia, che ha scoperto Sandra attraverso le pagine del sul Diario, e che durante l’omelia ha detto: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: Amerai il tuo prossimo come te stesso. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti (Mt 22, 37-40). Ho ritrovato questa stessa radicalità ed essenzialità in una frase di Sandra che mi sta facendo molta compagnia in questi giorni: “Ora si tratta di una cosa sola: scegliere. Ma cosa? Dire: sì Signore scelgo i più poveri; ora è troppo facile, non serve a niente se poi quando esco è tutto come prima. No, dico: scelgo te e basta” (Diario di Sandra, 26.02.78, 44). “Scelgo te e basta”! In questa affermazione – che è più di un intento, si tratta piuttosto di un riconoscimento in cui è evidente che Cristo l’aveva già presa per farla tutta sua – pronunciata quando non aveva neppure 17 anni, c’è tutto: il cuore dell’essere cristiani, dell’esperienza stessa di Sandra e dell’eredità che, anche in questa Santa Messa, mendichiamo di accogliere».

Solo pochi mesi fa don Roberto è stato nominato parroco a S. Girolamo, proprio sul lungomare di Rimini, nella parrocchia che è stata quella in cui Sandra visse la sua esperienza cristiana. «Quando sono stato nominato parroco di San Girolamo» racconta don Roberto, «ho subito avvertito l’esigenza di contattare il responsabile riminese dell’Associazione Papa Giovanni XXIII per mettermi a disposizione circa ogni iniziativa per valorizzare e far conoscere l’esperienza di Sandra».

Questa ragazza, morta dopo essere stata investita il 2 maggio 1984, fin da subito è stata un segno luminoso per tanti: immersa in una relazione limpida e intensa con Dio, viveva ogni istante con profonda gioia, gustando tutto l'universo e scoprendone ogni bellezza insieme a Lui.

Ora, dopo la chiusura della fase diocesana avvenuta nel 2008, la causa di canonizzazione è in esame a Roma. Don Benzi, che aveva conosciuto bene Sandra, aveva intuito da subito la sua profondità spirituale e continuò ad insistere affinché gli scritti raccolti nel Diario (l’ultima edizione è stata pubblicata da poco) venissero diffusi il più possibile. Alla Congregazione dei Santi da tempo è al vaglio una documentazione medica su una presunta guarigione, che si è verificata nel 2007, ritenuta straordinaria, attribuita all'intercessione di questa ragazza che è diventata grande facendosi piccola e semplice ma determinata a vivere in Gesù (qui trovi la Preghiera di intercessione). Sandra non contemplava la mediocrità. Era una folle di Dio che guardava il mondo dalla sua prospettiva, capace di scrivere nel suo Diario: «Oggi c'è l'inflazione di buoni cristiani, mentre il mondo ha bisogno di santi».

Per leggere l'omelia di Don Roberto Battaglia: clicca qui.

Pagina Facebook degli Amici di Sandra

 

Nella foto di Riccardo Ghinelli le amiche di Sandra insieme a don Roberto Battaglia



Chiara Bonetto
28/08/2016
NOTIZIE CORRELATE

 

 

Ultime news
  • Intregrare la Legge Merlin
    Nel 2018 la Legge Merlin compie 60 anni. il 2 dicembre 2017 a Modena si è tenuta una manifestazione nazionale per chieder...
    Leggi tutto
    19 Febbraio 2018
  • Verso il Sinodo dei giovani 2018
    Il Sinodo giovani agosto 2018 voluto da Papa Francesco avrà come tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale»;...
    Leggi tutto
    16 Febbraio 2018
  • Partire per la missione: la forma..
    «Tornando a casa dopo il Corso Missioni ho sentito il desiderio di mettermi in gioco e la voglia di fare una esperienza i...
    Leggi tutto
    12 Febbraio 2018
  • Pace, cosa pensano gli italiani
    La pace nel mondo può sembrare un'utopia. Eppure qualcosa tutti noi possiamo fare. Marco Mascia, direttore del Centro p...
    Leggi tutto
    12 Febbraio 2018
  • Parti con SVE, il volontariato al..
    Il Servizio Volontario Europeo permette ai giovani tra i 18 e i 30 anni di partecipare ad attività di volontariato all'es...
    Leggi tutto
    11 Febbraio 2018
  • Apg23 premiata con Federica Pelle..
    Comunità Papa Giovanni XXIII premiata assieme alla campionessa olimpica Federica Pellegrini, all’imprenditore del settore ...
    Leggi tutto
    09 Febbraio 2018
  • Santa Giuseppina Bakhita
    Nel 2018 Papa Francesco ha incontrato le ex prostitute; a Verona storie di sfruttamento e liberazione in occasione della v...
    Leggi tutto
    08 Febbraio 2018
  • Ciak si gira: solo cose belle!
    Solo cose belle è il titolo del film che racconta “la pupilla dell’occhio” della Comunità Papa Giovanni XXIII, cioè la cas...
    Leggi tutto
    06 Febbraio 2018
  • Il valore dello spreco alimentare
    5 febbraio, Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare: un problema economico ma non solo, che ci coinvolge...
    Leggi tutto
    05 Febbraio 2018
  • Elezioni: cosa cambia
    Per la prima volta, alle imminenti elezioni politiche, voteremo con la nuova legge elettorale, frutto di un estenuante dib...
    Leggi tutto
    02 Febbraio 2018
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…