Eventi




Papa Francesco incontra Giovanni Ramonda, responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII

prostituzione: Giovanni Ramonda ringrazia Papa Francesco

Il responsabile generale della Comunità si rivolge al Santo Padre

Rivolgo un grazie grande e di cuore al nostro Papa Francesco che ieri ha abbracciato come un nonno 20 giovani ragazze nigeriane, ucraine, albanesi e rumene, liberate dalla schiavitù della prostituzione grazie all'instancabile opera della Comunità Papa Giovanni XXIII. Quando ha suonato il campanello della casa di via Pietralata ed è entrato, le giovani ignare di questa visita sono scoppiate in un pianto di gioia. L’ascolto delle loro storie, le violenze subite, le sevizie, le minacce ripetute hanno commosso il viso attento e paterno del Pontefice. Per circa un’ora e mezzo è rimasto con loro, insieme a Mons.Fisichella, delegato per il Giubileo della Misericordia, e ad alcuni operatori della Comunità. Settimanalmente escono in strada nelle 21 unità contro la tratta che sono presenti in Italia.

Il Santo Padre ci ha spronato a continuare in questa condivisione così importante e coraggiosa. Ha chiesto perdono per tutti i credenti che abusano di queste sorelle; ha chiesto che i legislatori non siano indifferenti, ma che tutelino la dignità delle donne. È stato l'incontro di un Pastore che sa riconoscere l’odore delle sue pecore, ed in particolare quelle più scartate e sfruttate. Abbiamo cantato e pregato insieme un bel canto in spagnolo, abbiamo fatto merenda come in famiglia.

È stato per noi un dono meraviglioso, che suggella l’intuizione profetica di don Oreste Benzi nostro fondatore: già 25 anni fa Don Oreste scendeva in strada. Chiedeva a queste giovani non quanto vuoi, ma quanto soffri: non sempre era compreso ma convinto dell’ingiustizia che veniva compiuta, perché, come amava ripetere, nessuna donna nasce prostituta ma c'è qualcuno che ce la fa diventare.

Il Papa ha ascoltato anche la proposta della Papa Giovanni XXIII "questo è il mio corpo", per fermare la domanda del sesso a pagamento. Si tratta di una campagna per la liberazione delle donne vittime della tratta e dello sfruttamento; si basa sul presupposto del riconoscimento che la prostituzione viola la dignità e i diritti umani della donna, e che nella riduzione in schiavitù e nello sfruttamento del racket i clienti sono complici.

Con la Benedizione Apostolica di Francesco abbiamo ricevuto un forte invito a camminare come popolo, insieme ai nostri pastori, affinchè non lasciamo più soffrire nessuno da solo. Affinchè oltre a mettere la spalla sotto la croce possiamo continuare a dire a chi fabbrica le croci di smetterla, perchè più nessuna bambina possa essere venduta e sfruttata. Grazie Santo Padre continuiamo a pregare per Lei per il Suo ministero così fondamentale per l’umanità, quello di portare l’Amore misericordioso di Gesù nelle periferie del mondo.

 

 



Giovanni Ramonda, Responsabile generale Comunità Papa Giovanni XXIII
NOTIZIE CORRELATE

 

 

Costruiamo una tavole dove ci sia posto per tutti - Un pasto al giorno

Ultime news
  • Addio a don Ivano
    Sacerdote dell'arcidiocesi di Milano, dopo aver incontrato la Comunità Papa Giovanni XXIII aveva scelto di accogliere i p...
    Leggi tutto
    21 Febbraio 2024
  • Fermiamo le guerre
    La Comunità Papa Giovanni XXIII aderisce e rilancia le iniziative per la pace del 24 febbraio.
    Leggi tutto
    20 Febbraio 2024
  • Giornata della vita 2024
    Domenica 4 febbraio 2024, il Centro di Aiuto alla Vita "Santa Gianna Beretta Molla" di Castiglione del Lago (PG) ha vissut...
    Leggi tutto
    19 Febbraio 2024
  • Camminare per la dignità
    Camminare per la dignità, Giornata Internazionale di Preghiera e Consapevolezza Contro la Tratta degli Esseri Umani
    Leggi tutto
    06 Febbraio 2024
  • Roma, Consulta di Pastorale Giova..
    È da poco terminata la prima Consulta di Pastorale Giovanile CEI del 2024 (19 e 20 gennaio) tenutasi a Roma presso Casa Sa...
    Leggi tutto
    23 Gennaio 2024
  • Storia di una madre
    Tra le beneficiarie una giovane donna nigeriana madre di due figli di cui uno gravemente disabile.
    Leggi tutto
    22 Gennaio 2024
  • La denuncia: «Armi fuori control..
    Le preoccupazioni per l'indebolimento del controllo sul commercio di armi portano la Comunità a esprimere la sua protesta...
    Leggi tutto
    19 Gennaio 2024
  • Fine Vita, dibattito veneto
    «Auspichiamo che i consiglieri regionali del Veneto si impegnino in difesa della vita e lascino cadere il disegno di leg...
    Leggi tutto
    16 Gennaio 2024
  • «Solidarietà al CAV di Padova»
    «Sentiamo di esprimere la nostra più grande vicinanza e solidarietà agli amici del Centro di Aiuto alla Vita di Padova»: c...
    Leggi tutto
    09 Gennaio 2024
  • «Non restiamo in pace»
    Non possiamo restare in pace in questo fine anno segnato dalla tragedia che sconvolge la Terra Santa, mentre nel cuore del...
    Leggi tutto
    27 Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…