Eventi




Creattiviamoci: Incontrarsi è una festa!

A Faenza giovani da oltre 10 nazioni con un mix di lingue e culture

Prendi 3 ragazzi, partiti come Caschi Bianchi con il Servizio Civile, rientrati con il desiderio di diventare «corpi civili di pace in Italia»; aggiungi persone provenienti da 10 nazioni diverse; mescola il tutto con laboratori di pittura, musica e sport e il piatto è servito: ecco la ricetta per il Festival Creattiviamoci, che si è svolto a Faenza dal 12 al 15 agosto 2018.

Essere «Caschi Bianchi per sempre» era il desiderio di Martina, Luca e Marika. Per questo, al ritorno dalla missione, hanno scelto di diventare «corpi civili di pace in Italia» e di aprire, all’inizio del 2016, la Casa Della Pace di Albereto (Faenza – RA) per concretizzare nel quotidiano quanto avevano imparato durante il servizio civile: un approccio non violento nella quotidianità, condividere direttamente con le persone in stato di bisogno, in particolare richiedenti asilo, affrontare le difficoltà con l’aiuto del gruppo superando l’individualismo.

Attorno a questa realtà si sono aggregati tanti giovani che, nel tentativo di creare unione e sperimentare linguaggi comuni, hanno dato vita nell’agosto 2017 alla 1ª edizione del Festival dell’incontro.

Dopo il successo della prima edizione, ecco che quest’anno l’idea è stata riproposta con questi ingredienti principali:

  • Quattro giorni di convivenza, con la possibilità di “campeggiare”
  • Compresenza di persone provenienti da oltre 10 nazioni con un mix di lingue e culture
  • Laboratori di pittura, scrittura creativa, teatro dell’oppresso e teatro sociale, musica, laboratori per bambini
  • Sport
  • Momenti di spiritualità e meditazione

Com’è andata questa 2ª edizione del Festival? Ecco alcune testimonianze a caldo:

«Tanti giovani… un vero SINODO!»
«Voglia di costruire un mondo nuovo, più giusto, più libero»
«Intreccio di lingue e culture»
«Possibilità di esprimersi attraverso linguaggi universali: musica, arte, sport...»
«Un germe della Società Del Gratuito»

#FOTOGALLERY:creatt1#

Cos'è la Casa della Pace

Si trova ad Albereto di Faenza (RA) ed è un luogo di fraternità accogliente, una “base” per i caschi bianchi, dove i ragazzi possono vivere la preparazione e la formazione al servizio civile e tornare dopo l’esperienza per far decantare il vissuto e sostare a riordinare le idee per capire come proseguire il cammino. È un luogo di spiritualità non violenta, dove si cerca di costruire la pace nel quotidiano.

Al momento nella Casa della Pace vivono Luca e Martina, ex caschi bianchi, Alpha, Abdulaye, Youssouf, ragazzi richiedenti asilo, Evan e Federica con i loro due figli. In questi anni sono passate più di 50 persone e più di 500 hanno partecipato alle attività e alle proposte della casa. Responsabile della casa è Giulia che condivide con i ragazzi la passione per la missione e la nonviolenza.

#FOTOGALLERY:creatt2#

Cos'è il Centro Aggregativo Mandalà

Mandalà è un centro di aggregazione giovanile (CAG) con il focus sui richiedenti asilo politico nel territorio di Forlì, nato su proposta della Comunità Papa Giovanni XXIII. È situato nel centro storico di Forlì e quindi accessibile dai ragazzi che vivono in città. È uno spazio a libero accesso, frequentato anche da gruppi (scout, formazione dei servizi, civili ecc.). Rientra nei progetti aggiuntivi dell’ASP San Vincenzo De’ Paoli con la finalità di favorire l’incontro e la socializzazione. È aperto dalle 14.00 alle 18.00 con la proposta di laboratori e attività programmate. Negli altri orari può essere utilizzato per riunioni o iniziative occasionali di associazioni del territorio (Pensiero e Azione,  Libero Pensiero e altre). Tra le proposte più gettonate: laboratori teatrali, corsi di informatica, di educazione stradale, di educazione civica sulla Costituzione, Flash Reading, corsi di cultura italiana.



Elena Pulitini
31/08/2018
NOTIZIE CORRELATE

 

Ultime news
  • L'Emilia Romagna non lasci sole l..
    «Con la pillola abortiva le donne che vivono una gravidanza indesiderata diventeranno invisibili e non sarà possibile asco...
    Leggi tutto
    04 Ottobre 2022
  • C’era una volta il Bio
    In esclusiva per il Salone del Gusto di Torino, C’era una volta il Bio mette in scena la storia e il futuro del biologic...
    Leggi tutto
    28 Settembre 2022
  • Un Ministero della Pace
    La lettera inviata in queste ore ai candidati alle elezioni parlamentari e sottoscritta dalla fitta rete di realtà che si...
    Leggi tutto
    13 Settembre 2022
  • Per costruire la pace
    La Comunità Papa Giovanni XXIII sostiene l’appello della CNESC – Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile a tutte le forz...
    Leggi tutto
    12 Settembre 2022
  • Compleanno di Don Benzi 2022
    7 Settembre 2022: buon compleanno don Benzi! 97 anni fa nasceva il sacerdote dalla tonaca lisa.
    Leggi tutto
    07 Settembre 2022
  • Grazie per aver fatto posto alla ..
    Un fine settimana all’insegna della solidarietà e della fraternità: è questo l’obiettivo di Un Pasto al Giorno, che ogni a...
    Leggi tutto
    06 Settembre 2022
  • Elezioni 2022, le proposte
    La Comunità Papa Giovanni XXIII scrive ai candidati alle elezioni politiche 2022
    Leggi tutto
    05 Settembre 2022
  • Festival Nazionale Servizio Civile
    50 anni di obiezione per la pace. La Cnesc promuove due giorni di festa e riflessione il 9 e 10 settembre a Roma (Giardino...
    Leggi tutto
    02 Settembre 2022
  • Tempo del Creato 2022
    Per il Tempo del Creato 2022, che lungo il mese di settembre e fino al 4 ottobre accompagnerà tutte le chiese e le religio...
    Leggi tutto
    01 Settembre 2022
  • Una campagna contro la violenza a..
    Break the wall (Rompi il muro) è la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne promossa da Comunità Papa...
    Leggi tutto
    31 Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…