Una pizza contro la tratta

Sold out l'evento di raccolta fondi a favore del Servizio Antitratta, ospite anche il vescovo

I posti disponibili erano 180 e le prenotazioni di poco inferiori, ma molti altri si sono presentati sabato 12 novembre all'Oratorio di Santa Maria Nascente in Mortizza a Piacenza, messo a disposizione da don Giuseppe Sbuttoni per l’evento di raccolta fondi e di sensibilizzazione sulla tematica della tratta e dello sfruttamento di esseri umani ai fini della prostituzione organizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII.

Il freddo della campagna piacentina era pungente, ma l'atmosfera decisamente calorosa: lunghi tavoli apparecchiati in sale diverse, ciascuna con una stufa al centro, volontari affaccendati a tagliare affettati, stendere la pasta, impiattare e servire. Il grande forno a legna per la pizza, grande protagonista, al centro del cortile. Le persone intervenute sono state più di 200 tra commensali e volontari; tra gli ospiti anche il Vescovo di Piacenza, Sua Eminenza Monsignor Gianni Ambrosio, che il sabato precedente aveva celebrato la Santa Messa in memoria di Don Oreste Benzi.

Il ricavato della serata, al netto dei costi vivi, è stato di 1.800 euro, cifra destinata a potenziare il Servizio Antitratta, che opera sul territorio piacentino da tre anni, grazie all’acquisto di un mezzo di trasporto ad uso dell’Unità di Strada. Quanto raccolto si somma al generoso contributo del Fondo della Carità del Vescovo della Diocesi di Piacenza-Bobbio e della Fondazione di Piacenza e Vigevano, che hanno già donato rispettivamente 4.000 e 3.000 euro; verranno ora pensate nuove iniziative per raggiungere la cifra finale.

Durante la cena, inoltre, Monsignor Gianni Ambrosio ha proposto di replicare la fiaccolata che si era tenuta lo scorso anno per le vie del centro di Piacenza, con l’intento di coinvolgere la società civile e le istituzioni e di intavolare una discussione sulla tematica della prostituzione. Lo spunto è stato raccolto con entusiasmo e l'appuntamento è stato fissato per l'8 febbraio, data in cui si ricorda Santa Giuseppina Bakitha, divenuta simbolo di tutti coloro che sono vittime di tratta.

Nel corso della serata è stato anche distribuito il materiale informativo della campagna nazionale Questo è il mio corpo, promossa dalla Comunità Papa Giovanni XXIII con un cartello di associazioni, che intende sostenere la proposta di legge depositata in Parlamento dall’Onorevole Bini (Pd). L’obiettivo: scoraggiare o ridurre la domanda, fonte di tutte le forme di sfruttamento.

L’appello rivolto a tutti i cittadini e in particolare, oggi, al Comune di Piacenza, è quello di sottoscrivere la petizione a sostegno della proposta di legge Bini. Il coinvolgimento delle 200 persone che, sabato sera, accettando di condividere una cena hanno dimostrato attenzione e sensibilità verso la tematica della prostituzione, è stato un passo importante; il prossimo evento pubblico è dunque la fiaccolata di febbraio, mentre proseguono nelle scuole i laboratori "Si tratta di me". È stato chiesto inoltre un incontro con il Sindaco di Piacenza, nella convinzione che la lotta contro questa moderna, terribile forma di schiavitù possa e debba essere condotta fianco a fianco con le istituzioni.

 



Carlotta Toscano
17 Novembre 2016
NOTIZIE CORRELATE

 

 

Ultime news
  • Papa Francesco visita la Colombia
    Papa Francesco compirà un viaggio apostolico in Colombia dal 6 all’11 settembre 2017, visitando le città di Bogotá, V...
    Leggi tutto
    04 Agosto 2017
  • Parti con SVE, il volontariato al..
    Il Servizio Volontario Europeo permette ai giovani tra i 18 e i 30 anni di partecipare ad attività di volontariato all'es...
    Leggi tutto
    26 Luglio 2017
  • giornata mondiale contro la tratta
    In Italia è emergenza per la tratta delle donne nigeriane che vengono vendute ai trafficanti di uomini ai fini della pros...
    Leggi tutto
    25 Luglio 2017
  • Maestri e insegnanti in dialogo
    Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre 2017 si terrà a Forlì il 3° convegno della Scuola del Gratuito. Dopo le prime du...
    Leggi tutto
    24 Luglio 2017
  • 25 anni di nonviolenza
    In 25 anni sono stati circa 2000 i volontari che hanno costituito una presenza nonviolenta volontaria in 17 situazioni di ...
    Leggi tutto
    19 Luglio 2017
  • «La Chiesa o è missionaria, o n..
    Don Francesco Fiordaliso, sacerdote della diocesi di Livorno e membro della Comunità Papa Giovanni XXIII non ha dubbi: «ne...
    Leggi tutto
    14 Luglio 2017
  • Per sanare le ferite degli abband..
    Il 4 giugno appena trascorso è stato vissuto come un bellissimo momento di fraternità con grandi e piccini, anziani e adol...
    Leggi tutto
    14 Luglio 2017
  • In ricordo di Vittorio Tadei
    Vittorio Tadei, salito al cielo il 13 luglio di un anno fa, imprenditore riminese e grande amico di don Benzi, è stato un ...
    Leggi tutto
    13 Luglio 2017
  • Inclusione nel lavoro: mission po..
    Il giorno 1 luglio è stata la Giornata Internazionale delle Cooperative. Il Consorzio Comunità Papa Giovanni XXIII, con le...
    Leggi tutto
    06 Luglio 2017
  • Apre una nuova casa a Bucarest
    Don Federico Pedrana, sacerdote della diocesi di Como e membro della Comunità Papa Giovanni XXIII, fin dal 2007 va regolar...
    Leggi tutto
    06 Luglio 2017
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…