Eventi




Sostenitori anche nel Regno Unito

Grande successo per la cena solidale a Bristol

Il 6 maggio scorso la zona Centro Europa della Comunità Papa Giovanni XXIII (che riunisce le persone che vivono in Olanda, Regno Unito, Stati Uniti, Germania e prossimamente Belgio) ha organizzato una cena solidale nella parrocchia di St. Patrick, Bristol (UK). I 116 invitati hanno dimostrato la loro solidarietà e supporto alle iniziative della Comunità Papa Giovanni XXIII.

Simona e Andrea durante la cena solidale

L’iniziativa è nata dall’incontro Simona Filippi e Andrea Barroero, che stanno facendo il percorso per verificare la vocazione nella Comunità, con il parroco di St. Patrick. Simona (36) ed Andrea (28) sono sposati e vivono da 7 anni a Bristol. Lui è responsabile di una ditta che importa prodotti alimentari italiani, mentre Simona lavorava da un commercialista. Sono originari della provincia di Cuneo ed hanno conosciuto la Comunità Papa Giovanni durante una visita ai loro familiari in Italia. «Da tempo eravamo in preghiera ed in ascolto» dicono Simona ed Andrea, «e quando abbiamo raccontato al parroco qui a Bristol la nostra scelta di iniziare il percorso di verifica vocazionale, egli ci ha proposto subito di organizzare una cena per raccogliere fondi, mettendo a disposizione la sala ricevimenti della parrocchia, che al tempo stesso è anche la mensa della scuola elementare di St. Patrick. Un invito al quale non si poteva dire di no!»

In breve tempo si è cercato di realizzare un evento che ha suscitato molto interesse, non solo tra i parrocchiani della zona e gli amici della coppia, ma anche tra molti fornitori di cibo e vino italiano che hanno donato spontaneamente cibo e bevande. Al centro della serata la testimonianza di C., giovane ragazza italiana che sta completando il percorso terapeutico nella casa famiglia di Boxtel (Olanda).

«Non è mai facile mettersi in gioco» continuano Simona e Andrea, «soprattutto quando si dona parte di sé, del proprio vissuto. Ancora di più quando questo vissuto ha conosciuto momenti di particolare sofferenza e intensità. La sua testimonianza ha commosso e tenuto col fiato sospeso, messo in discussione e toccato tutti i presenti».

I parrocchiani, entusiasti dell'iniziativa, hanno espresso la chiara intenzione di ripetere anche in un futuro la cena.



Pierpaolo Flesia
15/05/2017
TAG: Chiesa / Europa
NOTIZIE CORRELATE

Ultime news
  • Finanziato il servizio civile
    La notizia è stata accolta positivamente dalla Comunità Papa Giovanni XXIII. Il commento del Presidente Giovanni Paolo R...
    Leggi tutto
    20 Ottobre 2020
  • Tesori della Terra su vita.it
    L’esperienza modello della cooperativa sociale e agricola attiva nella provincia di Cuneo. Una fattoria immersa nel verd...
    Leggi tutto
    19 Ottobre 2020
  • Manuale contro la tratta
    In occasione della Giornata Europea contro la tratta di persone — che si celebra il 18 ottobre — è disponibile un manuale ...
    Leggi tutto
    15 Ottobre 2020
  • Invisibili
    La Comunità Papa Giovanni XXIII, nell'ambito del progetto europeo Right Way che ha permesso di costruire percorsi di integ...
    Leggi tutto
    06 Ottobre 2020
  • Bimbi mai nati
    Mai nati. Vite così brevi da racchiudersi nei pochi battiti di un cuore nascosto ma che ha ugualmente generato gioia e dol...
    Leggi tutto
    02 Ottobre 2020
  • Progetto Safe 2020
    Come si lavora per prevenire gli abusi sui minori? Quali strumenti per aumentarne la consapevolezza? Come si struttura la ...
    Leggi tutto
    29 Settembre 2020
  • Un Pasto al Giorno: ripartiamo da..
    Un pasto sospeso pronto ogni giorno sulle nostre tavole, per contrastare, insieme, le nuove povertà.
    Leggi tutto
    28 Settembre 2020
  • Il Servizio Civile Universale aff..
    La Comunità Papa Giovanni XXIII ha appreso con rammarico che non ci saranno fondi aggiuntivi per il bando volontari che sa...
    Leggi tutto
    28 Settembre 2020
  • Rompiamo l'isolamento: performanc..
    Sabato 26 settembre alle ore 17 prenderà forma la performance teatrale del Centro diurno socio riabilitativo per persone c...
    Leggi tutto
    24 Settembre 2020
  • Giornata LIS 2020
    «L'Italia è rimasta uno dei pochi paesi a non riconoscere la Lingua dei Segni, una lingua che favorirebbe l'inclusione del...
    Leggi tutto
    23 Settembre 2020
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…