Eventi




Servizio civile: l'urgenza di un maggiore dialogo

Gli Enti hanno chiesto una proroga delle scadenze alla ministra Dadone

La Comunità Papa Giovanni XXIII ha aderito alla lettera sottoscritta da 74 enti di servizio civile e inviata alla Ministra Dadone e al Capo del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, che chiede una proroga dei tempi di invio delle graduatorie del bando volontari 2021 e delle date di avvio dei relativi Programmi di Intervento. Richiesta che ad oggi non ha ancora avuto risposta. Il bando, infatti, prevede appena trenta giorni di tempo per esperire la procedura di selezione dei volontari, una procedura che nello scorso bando prevedeva 90 giorni.

«Quella che sembra una questione tecnica è, in realtà, un aspetto di sostanza — dichiara Giovanni Paolo Ramonda, Presidente dell’associazione —. Si chiede agli enti uno sforzo enorme, in piena ondata pandemica, per selezionare 55.000 giovani in soli 30 giorni. Non dimentichiamo che selezionare i giovani significa garantire loro uno spazio adeguato di ascolto, nel quale approfondire le motivazioni, le aspettative, la consapevolezza rispetto a un’esperienza che veramente cambia la vita. E’ fondamentale non perdere la qualità dell’incontro perché abbiamo una grande responsabilità verso i giovani»!

La mancata risposta da parte del Dipartimento mette in luce un altro aspetto preoccupante, ovvero la svalutazione del ruolo della Consulta Nazionale del Servizio Civile, l’organismo di consultazione, riferimento e confronto per l’attuazione del Servizio Civile Universale. La decisione di contrarre i tempi di selezione è avvenuta nonostante il parere negativo della Consulta, che in data 13 dicembre 2021 aveva chiaramente fatto presente come tali tempistiche fossero incompatibili con i vincoli imposti da una procedura concorsuale.

«Da molti anni siamo ente di servizio civile — continua Ramonda — e proponiamo ai giovani un’esperienza di servizio, nonviolenza e condivisione con chi vive l’emarginazione e l’ingiustizia, coerentemente con quanto prevede la legge che istituisce il Servizio Civile. Quando il Dipartimento, anziché curare l’ascolto, il confronto, il dialogo con tutti gli attori del Servizio Civile, decide di procedere in autonomia e in contrasto con tali attori, opera in contraddizione con quegli stessi principi previsti dal Servizio Civile e da quella Legge che dovrebbe applicare».

Diversi gli episodi che confermano purtroppo un venir meno del dialogo e del confronto con gli Enti: tra questi il blocco delle partenze per i Paesi esteri per 300 volontari lo scorso agosto, l’abolizione dei piani annuali e l’istituzione di un Centro Nazionale per il SCU a L’Aquila senza un passaggio preventivo in Consulta.

«Quest’anno ricorre il 50° della legge 772 che istituisce l’Obiezione di Coscienza in Italia — conclude Ramonda —. Questo importante anniversario richiama tutti noi, protagonisti nell’attuazione del SCU - Enti, Istituzioni, giovani -, a un impegno comune: far sì che questa bellissima storia venga valorizzata, riletta alla luce della contemporaneità, senza perderne di vista i valori! Auspico, quindi un segnale forte da parte della Ministra Dadone in tal senso e un primo passo potrebbe essere investire nel confronto e nella collaborazione con gli Enti che sono custodi di questa storia e del presente del SCU. E ancora, chiedo alla Ministra di non accontentarsi di fare qualcosa per i giovani: rendiamoli protagonisti della costruzione della pace, della promozione dei diritti e della solidarietà nelle nostre comunità! Questo sì che farà bene ai giovani e al Paese».
 



Ufficio obiezione di coscienza e pace
21/01/2022
NOTIZIE CORRELATE

Bando Servizio Civile - Scopri i nostri progetti in Italia e all'Estero

 

Ultime news
  • Accolti gli orfani ucraini
    Un gruppo di 63 bambini orfani ucraini è stato evacuato il 10 maggio in Polonia per arrivare in Italia. I bambini, dai ...
    Leggi tutto
    11 Maggio 2022
  • In ricordo di Sandra
    Mercoledì 4 maggio, alle ore 19, sarà celebrata in Basilica Cattedrale, a Rimini, la prima Memoria Liturgica di Sandra ...
    Leggi tutto
    03 Maggio 2022
  • Giornata nazionale affido
    Una Giornata nazionale dell'affidamento familiare da celebrare ogni anno il 4 maggio, per informare, sensibilizzare, soste...
    Leggi tutto
    02 Maggio 2022
  • Celebriamo insieme il coraggio de..
    Solo una mamma sa quanto si sia disposte a fare per proteggere il proprio figlio. Qualsiasi cosa, trovando un coraggio che...
    Leggi tutto
    27 Aprile 2022
  • Novena per Sandra Sabattini
    Abbiamo preparato questa Novena con le meditazioni tratte dal Diario di Sandra, accompagnate da un commento di don Oreste ...
    Leggi tutto
    26 Aprile 2022
  • 8X1000, un aiuto che fa la differ..
    Ecco le Diocesi che nel 2021 hanno scelto di sostenere le nostre attività di accoglienza e cura per persone in difficolt...
    Leggi tutto
    03 Aprile 2022
  • Stop the War Now: un’azione di ..
    Una carovana con più di 70 pulmini diretta in Ucraina per portare aiuti e salvare persone in fuga dalla guerra
    Leggi tutto
    30 Marzo 2022
  • Sai che con una penna puoi costru..
    Per cambiare la vita di un bambino, di una persona anziana o di un’intera famiglia, basta poco: una penna e una firma, la ...
    Leggi tutto
    30 Marzo 2022
  • EU Migration Pact, il webinar
    Il  16 marzo 2022 si è tenuto online il webinar sul Migration Pact EU, organizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII con ...
    Leggi tutto
    23 Marzo 2022
  • Contro la discriminazione di Rom ..
    “Latcho Drom” è un progetto finanziato dal Programma “Rights, Equality and Citizenship”dell’Unione Europea. Il progetto è ...
    Leggi tutto
    21 Marzo 2022
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…