Eventi




Natale: festa per tutti!

Il Natale della Comunità è unico e raccoglie le piccole tradizioni delle persone che ne fanno parte e dei Paesi che ospitano le sue missioni

L’attesa è finita, è arrivato il momento più bello dell’anno: il Natale, con i doni e la tavola imbandita, che si allunga per far posto ai parenti, agli amici, alle persone più care. È una festa grande, e se è vero che più si è meglio è, allora la festa di APG23 è grandissima, perché gli invitati sono più di 41.000 nei cinque continenti. C’è posto per tutti e, soprattutto in questo tempo, è una gioia far parte di questa famiglia variegata e variopinta, che gode della ricchezza più grande: la condivisione.

Il Natale nelle case della Comunità non ha una tradizione propria, ma raccoglie quelle delle persone che ne fanno parte e dei Paesi che ospitano le sue missioni.

In Sud America è una festa nella festa. Il Cile canta e balla, cucina l’agnello e aspetta l’arrivo del Viejito Pascuero, il Vecchio Uomo di Natale; i bambini dell'Escuelita sono in vacanza, ma l’ultimo giorno di scuola hanno ricevuto un regalo ciascuno, avvolto nella carta luccicante: Felipe e Carolina sono corsi a casa eccitati e la madre Patricia ha rivolto al cielo una muta preghiera, perché non avrebbe davvero potuto comprar loro qualcosa. In Brasile non si usa fare l’albero di Natale bensì il Presepe; nelle case famiglia ce ne sono di bellissimi, con le statuine di terracotta che arrivano dell’Italia mescolate alle figure della tradizione locale: i bambini accolti da Anna e Reno dicono che è proprio la fotografia della loro famiglia.

In Africa il Natale è qualcosa di molto diverso: niente luminarie né alberi addobbati, con l’unica eccezione delle capitali, nessuna tradizione culinaria, in alcuni Paesi non è nemmeno un giorno festivo. Sono i credenti quelli che lo celebrano, ed è un Natale essenziale e senza fronzoli. Ci si avvicina al 25 dicembre con il ritmo pacato che scandisce ogni giorno dell'anno, ma nel contempo sentendo crescere l'attesa per l'arrivo di Gesù bambino. A Ndola, in Zambia i bambini e i ragazzi di Cicetekelo Youth Project partecipano alla messa celebrata sotto l’insaka del progetto e poi si scatenano in una caccia al tesoro i cui premi sono matite, quaderni, ma anche cinture e cappelli che arrivano dall’Italia con il container, mentre in Tanzania ci si ritrova tutti a Iringa e per cucinare le lasagne e il riso speziato pilau, entrambi piatti tipici della festa.

In Russia è davvero un bianco Natale e dietro i vetri appannati della casa famiglia Padre Fernandez si intravedono Andrei e Denis ballare intorno all’albero.
In Italia è come lo conosciamo, ma moltiplicato per tante quante solo le persone accolte nelle diverse realtà: basti pensare che il regalo tipico a parenti e amici è un “ritratto di famiglia”, perché ogni anno si aggiunge qualcuno in più – al Monte Tabor hanno scattato una foto a dodici mani, la più piccola è quella mulatta di Theodore, vicino a quella nerissima di Janet e quella con le unghie rosicchiate di David.

E poi c’è il Natale portato a quelli che forse nemmeno sanno che è arrivato. I senza fissa dimora, per cui le Unità di Strada hanno organizzano una cosa piccola ma speciale, i canti intonati al suono della chitarra, o le candele rosse accese per rompere il buio della notte e illuminare, per una volta, gli anfratti dove dormono. Le donne costrette a prostituirsi, che forse per la prima volta assaggiano il panettone con i canditi. I bambini di Matasari, che aspettano il ritorno dei volontari per dare vita il “mare cercul”, il girotondo che diventa più grande man mano che altri arrivano correndo.

Natale è la loro festa, la festa dei piccoli, dei poveri e degli scartati, perché se Gesù bambino è nato in una mangiatoia, a metà di un cammino e lontano da tutti, per portare la salvezza nel mondo, allora sono proprio le persone che il mondo dimentica quelle che bisogna custodire come dei tesori. Ed è quello che succede in casa Apg23, non solo il 25 dicembre ma tutti i giorni dell’anno, perché o è Natale sempre o non è Natale mai.



Ufficio Fund Raising
23/12/2016
TAG: Natale
NOTIZIE CORRELATE

Ultime news
  • Messalino di ogni giorno
    Messalino di Pane Quotidiano: il libretto bimestrale contiene la Parola di Dio ed i commenti alle letture di Don Oreste Be...
    Leggi tutto
    27 Marzo 2020
  • Don Elio Piccari: il sacerdote am..
    «Umile, gioioso e fedele collaboratore che ha costruito la Comunità Papa Giovanni all'ombra di don Oreste Benzi. Don Eli...
    Leggi tutto
    26 Marzo 2020
  • Ultimo saluto a Italo Nannini
    Muore il presidente de L'Africa Chiama, amico di don Benzi e sostenitore dei progetti in Africa della Papa Giovanni XXIII
    Leggi tutto
    25 Marzo 2020
  • Coronavirus: il primo albergo con..
    L'albergo Royal a Cattolica (Rimini), gestito dalla Comunità Papa Giovanni XXXII fondata da Don Benzi, ospita ora i pazie...
    Leggi tutto
    23 Marzo 2020
  • Carlo Casini, il ricordo
    «Coraggioso, proficuo e determinato nel suo impegno per un pieno sì alla vita. Carlo Casini ha dato un contributo fondamen...
    Leggi tutto
    23 Marzo 2020
  • Sospesi i progetti di servizio ci..
    Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Universale ha emanato una circolare per affrontare l'emergenza epide...
    Leggi tutto
    20 Marzo 2020
  • La vita "sospesa" nelle nostre fa..
    Raccontiamo, giorno dopo giorno, come le nostre famiglie e realtà di accoglienza stanno affrontando questi giorni di eme...
    Leggi tutto
    17 Marzo 2020
  • Coronavirus e prostituzione: «Fe..
    «L'Italia è ferma per il coronavirus, centinaia di denunce sono scattate per chi non ha rispettato i provvedimenti del Gov...
    Leggi tutto
    13 Marzo 2020
  • Con i profughi siriani
    Aderiamo all'appello delle organizzazioni umanitarie che chiedono di mettere un lumino su tutti i balconi, per denunciare ...
    Leggi tutto
    04 Marzo 2020
  • La beatificazione di Sandra
    La beatificazione nel corso della solennità del Corpo e Sangue di Cristo, il 14 giugno Il luogo scelto è la Fiera di R...
    Leggi tutto
    19 Febbraio 2020
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…