Eventi




Giornata disabilità 2016: non dimentichiamo il dopo di noi

Fabio Gallo ricorda l'importanza di sostenere le famiglie

«In questa giornata di festa, il tema della disabilità deve tornare all’attenzione di tutti: negli ultimi anni i diritti dei disabili rischiano di subire le logiche di razionalizzazione delle risorse», lo dice Fabio Gallo, membro del direttivo del Forum delle Associazioni Familiari e animatore generale per la famiglia della Papa Giovanni XXIII. In tutta Italia fervono i preparativi per la giornata internazionale della disabilità, che il mondo ricorda il 3 dicembre.
 
Le famiglie che hanno figli disabili in casa vivono con preoccupazione soprattutto il tema del “dopo di noi”: cosa fare quando i genitori diventeranno anziani? Il tema si pone soprattutto in caso di disabilità psicologica, perché le persone non sono in grado di decidere autonomamente del proprio futuro. Spesso papà e mamma si rivolgono con preoccupazione alla rete delle realtà associative che in tutta Italia a macchia di leopardo offrono servizi di assistenza e occasioni di incontro per i ragazzi con disabilità. A giugno 2016 è diventato legge uno stanziamento di 184 milioni di euro come fondo per il dopo di noi, suddiviso in tre anni, che tramite bandi pubblici regionali sosterrà la creazione di gruppi appartamento, residenze private, comunità alloggio per persone disabili sole.
Il meccanismo che è stato approvato prevede anche meccanismi di tutela dei patrimoni che le famiglie destinano al futuro di figli disabili; agevola la sottoscrizione di polizze previdenziali ed assicurative.
 
Eppure Gallo invita a mantenere alta l’attenzione su questi temi: «Sin dal 2014 è in corso un dibattito che rischia di andare nella direzione di caricare tutti i costi sul sociale, piuttosto che sul comparto sanitario: in questo modo il problema ritorna ai comuni, al privato sociale e alle famiglie. Il denaro stanziato rischia di non essere sufficiente. Come associazione dobbiamo assumerci la nostra responsabilità nel favorire un lavoro di rete fra chi si occupa di residenzialità dei disabili, per continuare a dare voce alle realtà più piccole, che non hanno voce».
 
«Il dopo di noi richiede un investimento culturale fortissimo — continua Gallo — e adesso guardiamo con fiducia alle linee attuative della nuova legge, dalle quali ci aspettiamo una risposta concreta. Tutti dobbiamo ricordarci la risorsa che possono essere i ragazzi disabili, che ci mostrano la strada per una società più giusta ed umana».
 
Intanto, in occasione della giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre 2016 la Papa Giovanni XXIII, in collaborazione con le altre associazioni e gli enti locali, organizza eventi in tutta Italia: "IO VALGO ... OLTRE LE BARRIERE”. Si va dal torneo di bowling per disabili di Bologna, alle marce per i diritti dei disabili, con le carrozzelle che verranno spinte a Cesena, Crema e Rimini. Atleti paralimpici si esibiranno a Catania, mentre alcune band dei disabili suoneranno in provincia di Cuneo. Ovunque si susseguiranno tavole rotonde, testimonianze, proposte, riflessioni per il pieno riconoscimento della dignità e del valore della persona con disabilità, già a partire dal 2 dicembre.
 
Perchè «Ognuno vale per gli altri, nonostante la fragilità, in quanto costruttore di vita, destinatario di una missione unica e insostituibile, cittadino attivo e protagonista della storia» ricordava Don Oreste Benzi, fondatore della Comunità. 
 
(nella foto: incontro della Comunità con il Vescovo di Padova Claudio Cipolla)



Marco Tassinari
NOTIZIE CORRELATE

Ultime news
  • Progetto Safe 2020
    Come si lavora per prevenire gli abusi sui minori? Quali strumenti per aumentarne la consapevolezza? Come si struttura la ...
    Leggi tutto
    29 Settembre 2020
  • Un Pasto al Giorno: ripartiamo da..
    Un pasto sospeso pronto ogni giorno sulle nostre tavole, per contrastare, insieme, le nuove povertà.
    Leggi tutto
    28 Settembre 2020
  • Il Servizio Civile Universale aff..
    La Comunità Papa Giovanni XXIII ha appreso con rammarico che non ci saranno fondi aggiuntivi per il bando volontari che sa...
    Leggi tutto
    28 Settembre 2020
  • Rompiamo l'isolamento: performanc..
    Sabato 26 settembre alle ore 17 prenderà forma la performance teatrale del Centro diurno socio riabilitativo per persone c...
    Leggi tutto
    24 Settembre 2020
  • Giornata LIS 2020
    «L'Italia è rimasta uno dei pochi paesi a non riconoscere la Lingua dei Segni, una lingua che favorirebbe l'inclusione del...
    Leggi tutto
    23 Settembre 2020
  • Nemmeno con un fiore!
    Violenze invisibili e industria della prostituzione: dopo gli incontri dei mesi scorsi realizzati all'interno del progetto...
    Leggi tutto
    22 Settembre 2020
  • La nuova Rete Italiana Pace e Dis..
    Abbiamo scelto la data del 21 settembre 2020, giornata internazionale per la Pace, per annunciare la nascita di Rete Itali...
    Leggi tutto
    21 Settembre 2020
  • Mattarella incontra Ciccio
    Continua la relazione epistolare e di persona fra il protagonista di Solo Cose Belle e il Presidente della Repubblica
    Leggi tutto
    17 Settembre 2020
  • Don Federico Pedrana amico del sa..
    Come Comunità Papa Giovanni XXIII ci stringiamo al dolore della Diocesi di Como e del Vescovo per l'assassinio di don Robe...
    Leggi tutto
    16 Settembre 2020
  • Curare la terra produce vita, dig..
    Vivere a contatto con la natura favorisce percorsi educativi, formativi, curativi e spirituali. Ce lo racconta Francesco, ...
    Leggi tutto
    16 Settembre 2020
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…