Eventi




In Kenya, nella baraccopoli di Soweto

André Volon: il vagabondo di Dio

Si è spento a 73 anni dopo una lunga malattia. Aveva conosciuto don Benzi grazie a Carlo Carretto

Se ne è andato il 19 dicembre 2018 un ribelle, guerriero di Dio. Ha lottato fino alla fine, non per salvare la sua vita, ma avere la vita per continuare a stare con i poveri più poveri negli angoli più estremi del mondo.

André Volon era un missionario, parola che lo faceva arrabbiare, perché racchiudeva le conseguenze di un dominio colonialista che aveva impoverito i paesi del Sud del mondo. Piuttosto si ritrovava nella visione di San Daniele Comboni quando diceva: «L’Africa agli africani». Ecco, lui voleva essere come quelle persone con le quali andava a condividere: povero tra i poveri e così testimoniare quel Dio che si incarna nell’umanità.

André era di origine belga. Nato il 20 marzo del 1945 a Lons Saint Remy, Belgio, prima di approdare alla Comunità Papa Giovanni XXIII aveva fatto diverse esperienze alla ricerca della giustizia, alla ricerca dell’”essere”, alla scoperta di Dio.

#FOTOGALLERY:volon#

Diceva di essere una persona «in continua evoluzione nel rapporto con la Chiesa» e la sua storia lo dimostra: dopo aver frequentato il seminario dei Gesuiti per le missioni straniere in Belgio, era stato 2 anni in un convento trappista in Francia, poi a Roma per fare il noviziato nel ramo contemplativo maschile della congregazione fondata da Madre Teresa di Calcutta. Dopodiché, nel 1980, arriva a Spello per fare un anno sabbatico.

Nel 1981 incontra don Benzi con una lettera di raccomandazione di Carlo Carretto. Sono bastate queste parole «Noi come comunità siamo chiamati ad andare nel fosso» proferite dal sacerdote, per capire che quella della Papa Giovanni sarebbe stata la vocazione giusta per lui. La sua Patria è stata il mondo intero. Nel 1985 è stato in Zambia, poi in Tanzania, Brasile, India, Kenya, Gerusalemme, Haiti. Il 26 settembre del 1987 si consacra a Dio.

 

 

Un anno fa stavi meditando un libro sul pensiero di ViKtor E. Frankl: «Ha senso soffrire. Quando la vita ha un senso». Ebbene, la vita ha avuto un senso forte per te, le ingiustizie ti erano insopportabili tanto che hai chiesto a Dio una grazia tutta speciale: la misericordia.

Grazie André per il tuo calore, per la passione, il fuoco che hai lasciato a quanti hanno avuto la fortuna di incontrarti.

 

Leggi l'intervista del '96

 



Nicoletta Pasqualini
20/12/2018
NOTIZIE CORRELATE

Ultime news
  • Progetto SAFE
    La Comunità Papa Giovanni XXIII è capofila del progetto Safe (termine inglese che significa “sicuro”) che mira alla tutela...
    Leggi tutto
    06 Luglio 2020
  • Ministra contro la prostituzione
    La prostituzione e la tratta di persone sono state al centro di un incontro promosso dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, ...
    Leggi tutto
    03 Luglio 2020
  • Basta tagli al servizio civile
    «Poche settimane fa abbiamo proposto una moratoria delle spese per gli acquisti in nuovi armamenti militari. Oggi, mentre ...
    Leggi tutto
    03 Luglio 2020
  • Servizio civile Emilia Romagna
    E' stato pubblicato il bando di Servizio Civile Regionale (SCR) per selezionare ragazze e ragazzi che intendono svolgere a...
    Leggi tutto
    30 Giugno 2020
  • Don Benzi per i bimbi
    La prima biografia illustrata di don Oreste Benzi è da oggi disponibile in libreria, pubblicata da Sempre Editore, la casa...
    Leggi tutto
    29 Giugno 2020
  • Deserto bimbi 2020
    Un appuntamento per tutti i bambini dai 6 ai 12 anni, da lunedì 29 giugno sulla Web TV della Comunità
    Leggi tutto
    29 Giugno 2020
  • Droga sul web
    «Con la chiusura delle scuole a causa della pandemia, i ragazzi sono rimasti più soli ed esposti ai pericoli del web, dive...
    Leggi tutto
    26 Giugno 2020
  • Noi siriani, il video
    In occasione del 20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato Operazione Colomba presenta una VIDEO ANIMAZIONE (3 min. - sot...
    Leggi tutto
    20 Giugno 2020
  • I Dialoghi sull'Economia di Condi..
    Cambiare l’economia attuale e dare un’anima a quella di domani: la Comunità Papa Giovanni XXIII ne parla con esponent...
    Leggi tutto
    18 Giugno 2020
  • Sosteniamo le scuole paritarie
    «I 13.600 bambini con disabilità iscritti alle scuole paritarie subiscono una grave discriminazione da parte dello Stato: ...
    Leggi tutto
    15 Giugno 2020
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…