Campi di volontariato 2018

Per chi non si accontenta e vuole uscire dalle vie più battute, per essere compagno di viaggio dei piccoli ed emarginati, senza lasciare nessuno escluso.

Si inizia già a sognare come saranno le vacanze 2018.
È questione di cuore. Nell’ondata estiva ormai alle porte, ci sono giovani che hanno a cuore tutto l’anno la gente della strada, senza tetto, donne prostituite, tossicodipendenti, pronti a incontrare, ascoltare, costruire nuove relazioni con chi è più ai margini della società in Italia come nelle terre di missione all’estero, partecipando ai campi FuoriLeMur@ promossi dalla Comunità di don Oreste Benzi.

Per avere notizie in anteprima puoi anche scriverci sulla pagina Facebook della Comunità Papa Giovanni XXIII. Per i giovani che quest’anno vorranno sperimentare vacanze alternative fianco a fianco con gli “esclusi”, sta arrivando anche un “diario del cuore”, che offrirà storie di vita, canti, film, giochi, meditazioni e spunti di preghiera utili per accompagnare il cammino.

Estate 2018: ecco tutti i campi di volontariato Apg23
 

Data Luogo Per info: Tipo di esperienza
1-8 luglio Canazei (TN) 3200151358 Campo condivisione
8-15 luglio Canazei (TN) 3339967415 Campo condivisione
16 luglio-10 agosto Scicli (RG) 3207171331 Casa giovani "Fuori le Mura"
21-28 luglio Marettimo (TP) 3207171331 Campo "Fuori le Mura"
27 luglio-7 agosto Romania - Matasari 3473170426 Campo "Fuori le Mura"
29 luglio-4 agosto Scicli (RG) 3207171331 Campo "Fuori le Mura"
6-12 agosto Marebello (RN) 3401480586 Campo condivisione
11-18 agosto Torre Pedrera (RN) 3331331590 Campo condivisione
12-19 agosto Reggio Calabria 3288261834 Campo "Fuori le Mura"
12-19 agosto Marebello (RN) 3401480586 Campo condivisione
12-19 agosto Bieno Valsugana (TN) 3401480586 Campo condivisione
13-20 agosto Crissolo (CN) 3460856270 Campo condivisione
14-21 agosto Strepeis (CN) 3489802663 Campo condivisione bambini
10-21 agosto Romania - Bucarest 3473170426 Campo "Fuori le Mura"
25-31 agosto Senigallia (AN) 3484766872 Campo condivisione
Tutta l'estate In tutta Italia 3403643101 Progetto "Vieni e Vivi"
 
#FOTOGALLERY:2018#

Ci sono anche giovani che hanno a cuore i temi della giustizia e della solidarietà e cercano per la prima volta esperienze al mare o in montagna, fuori dalla solita cerchia di compagni di viaggio, e scelgono i campi di condivisione con gli amici disabili, coi fratelli profughi, con i tanti piccoli accolti nelle case famiglia e nelle case di accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII, dal nord al sud Italia. Don Antonio di Carpi lo ha proposto ai suoi giovani studenti entusiasti di partire per Rimini, perché «imparino a sporcarsi le mani e a incontrare Gesù vivo, negli ultimi».

Compagno di viaggio di ogni esperienza estiva sarà l’Heart diary, ricchissimo di spunti, testimonianze, preghiere, canti, che darà la direzione al cammino, per fare esperienza di 7 parole chiave (ascolto, memoria, scoperta, incontro, coraggio, costruire, speranza) per entrare nel cuore di Dio e scoprire la ricchezza del proprio cuore, della propria interiorità.

Da 50 anni la Comunità Papa Giovanni XXIII con il suo fondatore don Oreste Benzi cammina con le scarpe sempre ai piedi, sulle strade polverose di centinaia di città, nelle metropoli di buona parte del mondo e lì diventa compagna di viaggio dei piccoli e dei poveri per non lasciare soffrire più nessuno da solo, guardare ai talenti che ci sono dentro ogni persona anche la più scartata».

Non mancheranno le occasioni per chi vuole mettersi in cammino con le proprie domande di fede, il desiderio di un incontro simpatico con Gesù, verso il Sinodo dei giovani, anche di pellegrinaggi a Roma coi gruppi giovani della Comunità Papa Giovanni XXIII innestati nei percorsi di fede delle proprie diocesi dal Lazio, al Piemonte, dalle Marche alla Lombardia e anche dallo Zambia che culmineranno nella Veglia con Papa Francesco, nella notte bianca al Circo Massimo l’11 agosto e nella celebrazione dell’Eucarestia sulla tomba di Pietro il 12 agosto.

(Irene Ciambezi)

Il percorso per giovani 2018

Quest’anno, ci spiega Matteo Santini del Servizio educazione e formazione Apg23, il percorso ruoterà intorno a 7 parole-chiave: Ascolto, perché tra mille turbamenti è necessario fare un bel respiro e ascoltarsi; Memoria, accettare la nostra storia che rende consapevoli che siamo in cammino; Scoperta, di se stessi per capire cosa è mio e cosa invece è dettato dal mondo che mi circonda; Incontro, vivere con il cuore disponibile all’incontro con gli altri; Coraggio, vincere la paura per un amore più grande; Costruire: chiamati a costruire la nostra vita sull’unica base sicura possibile; Speranza, perché amare per primi è la rivoluzione per vivere come fratelli.

 

I giovani raccontano le loro esperienze di volontariato

Il Campo di volontariato Fuori le mura a Reggio Calabria si è svolto dal 27 dicembre 2017 al 2 gennaio 2018; i ragazzi hanno condiviso la vita, almeno per qualche giorno, con i minori profughi non accompagnati che sono arrivati con i barconi della speranza. La direzione Romania quest’inverno ha avuto una doppia destinazione: Matasari e Bucarest. A Chieti i ragazzi hanno festeggiato l'ultimo dell'anno insieme agli homeless. A Catania il 26 dicembre c'è stata la festa in strada con i senza fissa dimora, espeirenza ripetuta anche ad Acireale e Scicli.
 
Le esperienze sono aperte a tutti i giovani, interessati a fare un'esperienza di volontariato.
 
#FOTOGALLERY:volantino#
 

Campo di volontariato in Romania: una lettera di Natale da Bucarest

Ormai da mesi il venerdì sera usciamo alla stazione di Bucarest (Gara de nord) ad incontrare i senza fissa dimora. Ogni sera incontriamo delle persone che abitualmente abitano la stazione e ne incontriamo di nuove! Sempre incontri, strette di mano e pacche sulle spalle molto significative e talvolta sofferenti… lì vivono giovani, bambini, adulti, tossicodipendenti di punga (giovani per lo più, che sniffano droga contenuta in un sacchetto di plastica che tengono in mano. Punga in romeno è sacchetto), transessuali, prostitute, etc etc… L’inverno ormai ci obbliga a condividere con le persone senza fissa dimora la “ciorba”(zuppa) che loro gradiscono veramente tanto. A casa la prepariamo e lì la distribuiamo… la ciorba facilmente crea gruppo e aggregazione.

Lo scorso venerdì ci siamo seduti accanto ad alcuni ragazzi che ci hanno detto di vivere lì da parecchi anni, schiavi della punga e dell’alcool, certamente figli della strada, degli orfanotrofi, figli di nessuno… di lì a poco ci ha raggiunto un altro signore che si stava facendo di punga e dal taschino della giacca ha tolto un’armonica a bocca. Non ha esitato ad iniziare a suonare e noi lo abbiamo accompagnato con il battito ritmato delle mani.

Al termine dell’esecuzione uno dei ragazzi ha iniziato a recitare preghiere in Romeno e al termine ho invitato tutti alla preghiera del “Padre nostro” in lingua italiana. Ci siamo presi per mano, abbiamo formato un cerchio e abbiamo invocato il “Papà”… Stupendo! Magnifico… per la prima volta, da quando siamo qui, abbiamo pregato con i nostri amici senza fissa dimora… è stato un inizio e da lì non si torna in dietro.

Ero troppo contento quella sera, c’era qualcosa di speciale in quella notte… ho sentito il Natale. Quella stalla puzzava di punga che ti sale nelle narici, puzzava dello sporco di quelle persone così sole, ma c’era un profumo speciale, era il profumo di Gesù che nasce ancora oggi nelle grotte di ogni angolo della terra. Sì, lì, quella sera, tra alcool, droga, sesso promiscuo c’era Gesù che nasceva… quella preghiera non è stato un caso.

Gesù anche quest’anno sceglie di venire nelle grotte più sporche e squallide della nostra società, non esitiamo ad andare in queste grotte per incontrarlo.

Certamente Lui viene anche nella grotta che sono io, che è il mio corpo, la mia esistenza e viene proprio lì dove c’è il mio fallimento, il mio errore, il mio peccato, la mia fragilità… non abbiamo paura a fargli spazio proprio lì, dove non vorrei che Lui entrasse perché puzzo, perchè mi vergogno! Lui non si vergogna, anzi, è proprio nell’angolo più oscuro e più sporco di me che Lui vuole portare luce e gioia.

Buon Natale! Don Federico Pedrana

 

Campo di volontariato a Scicli

Ragazzi da tutta Italia sono attesi ogni estate da ormai 8 anni, per i campi di volontariato fuori le mura: li aspettano i bimbi, ragazzi e le loro famiglie a Lungi, un quartiere di periferia della provincia di Ragusa. Ogni volta il loro arrivo porta una grande gioia e voglia di far festa. Da qualche anno l'appuntamento estivo però non basta più: ecco che si è deciso di trascorrere con loro anche una piccola parte delle vacanze invernali.

 

Volontariato con i poveri a Riccione

La festa che è alla sua 9° edizione si svolge già da tre anni presso il Play Hall Palasport di Riccione, grazie al patrocinio del Comune di Riccione. È una festa pensata per chi non sa con chi festeggiare, perché è solo o perché non ha la possibilità di farlo, assieme a chi vuole dare un senso più pieno a questa ricorrenza che non sia solo divertimento.
I volontari che lo scorso anno si sono impegnati per il buon funzionamento della festa sono state 50 (molti giovani che sono venuti a conoscenza della festa con il passaparola), da chi serviva a tavola, a chi ha preparato la sala, il mangiare o l'apparecchio,  mentre in totale i partecipanti erano 700. 
Alla festa sono rappresentate tutte le strutture di accoglienza della Comunità, a partire dalla capanna di Betlemme, alcune comunità terapeutiche, molte case famiglia e/o strutture di accoglienza per adulti, carcerati o donne vittime di tratta. Per informazioni: Patrizia, 347.8867661
 

Volontariato fra gli homeless a Chieti

A Chieti il 31 dicembre 2017 è stato l’ultimo con gli ultimi:

  • ore 19 nella stazione di Pescara andiamo a prendere i nostri amici senza tetto;
  • ore 19,45 Santa Messa presso la chiesa santa Maria della Civitella ( adiacente alla Capanna di Betlemme di Chieti )
  • ore 21 grande cenone e festa di fine anno condivisa con amici senza tetto e con persone e famiglie del territorio con non possono permettersi una cena ed una festa. Ci saranno due piste da ballo una con musica da discoteca ed una con cover di cantautori; ci sarà una sala con giochi da tavolo e di Societá per chi non ama ballare ma che ama socializzare.

 

Come iscriversi ai campi di volontariato

I posti sono limitati. Ci si può iscrivere e avere maggiori informazioni ai numeri:
  • Romania: telefonare a Duilio: 333/7287993 oppure a Don Federico: 347/3170426. 
  • Reggio Calabria: telefonare a Silvia, 328.8261834
  • Chieti: sms o whatsapp: Luca, 347.7524671
  • Scicli: Laura,  348.4767073
 
Vedi anche: il blog dei giovani Apg23
 
(Marco Tassinari)



20/04/2018
NOTIZIE CORRELATE

 

 

 

Ultime news
  • 3 Giorni 2018
    Dal 25 al 27 maggio 2018 la Tre giorni generale della Comunità Papa Giovanni XXIII, con membri, volontari e missionari da...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2018
  • 40 anni di Legge 194
    Il 22 maggio 2018 ricorrono i 40 anni dall'entrata in vigore della legge 194 conosciuta come legge sull'aborto. Ma è ben ...
    Leggi tutto
    22 Maggio 2018
  • Non solo nella Giornata delle Fam..
    Una nuova campagna e porte aperte in tutta Italia per celebrare la ricchezza delle Casa Famiglia: la loro diversità
    Leggi tutto
    15 Maggio 2018
  • Open Day per le case famiglia
    Per i suoi 50 anni la Comunità Papa Giovanni XXIII apre le porte in 50 città in tutta Italia e lancia la campagna #ioson...
    Leggi tutto
    10 Maggio 2018
  • Sandra Sabattini venerabile
    «È incredibile, sembra proprio il profilo spirituale di Sandra, come se stesse parlando di lei!». Così reagiscono le amich...
    Leggi tutto
    02 Maggio 2018
  • Una casa del Comune intitolata a ..
    «Ogni passo in avanti per i deboli, per gli ultimi, è un passo in avanti per tutta l’umanità». Con questa frase incisa ...
    Leggi tutto
    24 Aprile 2018
  • 120 km contro la prostituzione
    Anche quest’anno da Firenze a Viareggio si marcia contro la prostituzione. Il 4 e 5 maggio, 136 chilometri vengono perco...
    Leggi tutto
    23 Aprile 2018
  • Una Casa per quelli che nessuno v..
    Ci sono alcune persone più emarginate di altre, soprattutto perché la società non ha "percorsi" adatti a loro: dimessi ...
    Leggi tutto
    23 Aprile 2018
  • Campi di volontariato
    Campi fuori le mura: a Reggio Calabria fra i profughi, negli orfanotrofi in Romania, o in tutta Italia con gli homeless e ...
    Leggi tutto
    20 Aprile 2018
  • Arte e musica per gli homeless
    Musica e arte si incontrano per sostenere la Capanna di Betlemme di Chieti, una casa di accoglienza dove ogni giorno senza...
    Leggi tutto
    19 Aprile 2018
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy
Loading…