Eventi




La presenza di operatori di pace in zone di conflitto

Side Event svoltosi il 14 settembre 2012, al Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra, durante il XXI Consiglio dei Diritti Umani, organizzato dall'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII per presentare, a livello internazionale, l'esperienza di Operazione Colomba, il suo Corpo Nonviolento di Pace.

L'evento dal titolo “International Solidarity: Nonviolent Peace Operators in Zones of Conflict” ha avuto al centro del dibattito le diverse modalità di intervento nonviolento di pace in zone di conflitto, presentate da alcuni relatori (Operazione Colomba, PBI, World Council of Church...) come “buona pratica” per la solidarietà internazionale.

Alla discussione hanno partecipato, intervenendo per primi, Ms. Virginia Dandan, Esperta Indipendente alla Solidarietà Internazionale e Mons. Silvano Tomasi, Nunzio Apostolico della Santa Sede, che ha sottolineato come spesso, in situazioni di conflitto e di violenza, la presenza di mediatori e accompagnatori internazionali sia l'unico vero contributo alla ricostruzione delle relazioni umane, anche se questo nella maggior parte dei casi avviene all'ombra dei media.

Sono poi intervenuti Alberto Capannini e Alessandra Zaghini, operatori di pace di Operazione Colomba, che si sono fatti portavoce di chi non ha voce, come tutte le vittime dei conflitti, e hanno richiesto maggior coraggio e impegno da parte degli Stati nel supportare gli interventi nonviolenti di pace.

Di seguito sono intervenuti Mr. David Brockahus, responsabile di PBI Svizzera, che ha illustrato le modalità del loro intervento; Ms. Christina Papazoglou, del World Council of Church, che ha ribadito come “in un epoca in cui i destini degli Stati sono diventati tutti interdipendenti l'uno dall'altro”, l'impegno del loro network resta forte nel supportare il diritto alla solidarietà internazionale e alla pace.

Infine è intervenuto Jesus Emilio Tuberquia, rappresentante della Comunità di Pace di San Josè di Apartadò (Colombia), che ha descritto la drammatica situazione in cui vive la sua Comunità a causa della presenza paramilitare e del conflitto armato ancora in corso; Comunità di Pace che, senza l'accompagnamento internazionale, vedrebbe ancora più compromessa la propria sopravvivenza.

Un incontro sentito, che ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di uditori provenienti dalle sfere più diverse della società civile  e delle istituzioni presenti a Ginevra. La proposta più forte, emersa durante l'incontro, è stata quella lanciata dai volontari di Operazione Colomba: una moratoria di 10 anni sugli interventi militari all'estero, da utilizzare per la sperimentazione di forme di intervento nonviolento.

L'invito a fare lo stesso con i propri Governi è stato caldamente esteso a tutti i presenti in sala.

Relatori

  • Moderatore: Mr. Ramon Munoz - Direttore RIDH
  • Ms. Virginia Dandan, Esperto indipendente di Solidarietà Internazionale e Diritti Umani - Intervento
  • Msgr. Silvano Tomasi, Nunzio apostolico della missione permanente della Santa Sede - Intervento
  • Mr. Alberto Capannini - Ms. Alessandra Zaghini - Operatori dell'operazione Colomba (Apg23) - Intervento
  • Mr. David Brockhaus, Direttore PBI - Intervento
  • Ms. Christina Papazouglou, Programma per i Diritti Umani e Advocacy Globale del Consiglio Mondiale delle Chiese.
  • Mr. Jesus Emilio Tuberquia Zapata, Comunità di pace di San Josè de Apartadò - Intervento



Bando Servizio Civile - Scopri i nostri progetti in Italia e all'Estero

 

Ultime news
  • Mattarella in Zambia
    «“Nella mia diocesi ci sono tanti bambini che non sono amati da nessuno, servirebbe proprio una casa come questa”. Con que...
    Leggi tutto
    07 Luglio 2022
  • Si è spenta il 29 giugno una voc..
    Le condoglianze del Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, Giovanni Paolo Ramonda
    Leggi tutto
    30 Giugno 2022
  • Addio Suor Luisa Dell'Orto
    «Siamo vicini — così Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII — con la preghiera al popolo ha...
    Leggi tutto
    28 Giugno 2022
  • Giornate dell'interdipendenza 2022
    La città di Bologna offre una serie di eventi per celebrare la giornata della lotta all'abuso e al traffico illecito di d...
    Leggi tutto
    21 Giugno 2022
  • L'Italia non diserti vienna
    Il rischio della guerra nucleare è più vicino che mai. È difficile comprendere perciò la scelta dell’Italia di non parteci...
    Leggi tutto
    18 Giugno 2022
  • 5X1000, un piccolo gesto che può..
    Con una semplice firma nella tua dichiarazione dei redditi, puoi cambiare la vita delle persone che incontriamo e accoglia...
    Leggi tutto
    09 Giugno 2022
  • Laura Milani presidente Cnesc
    «Siamo felici di contribuire con la presenza significativa di Laura Milani allo sviluppo sempre più adeguato del Servizio ...
    Leggi tutto
    09 Giugno 2022
  • Missionari in Cile, il racconto
    Da Rovereto al Cile per stare accanto ai Mapuche. Così Fabrizio e Francesca Bettini hanno cambiato vita, con loro i tre fi...
    Leggi tutto
    06 Giugno 2022
  • Bologna per la Pace
    I pacifisti tornano in piazza a Bologna mercoledì 1 giugno per chiedere di fermare il conflitto in Ucraina. La nuova manif...
    Leggi tutto
    01 Giugno 2022
  • Basta bimbi in carcere
    «È un primo passo fondamentale perché viene riconosciuta la dignità del bambino, che insieme alla sua mamma, che evidentem...
    Leggi tutto
    31 Maggio 2022
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…