Eventi




Il Papa ad Assisi per la pace

Sete di pace, religioni e culture in dialogo

Trent’anni dopo la storica Giornata di Preghiera per la Pace del 27 ottobre 1986 voluta da San Giovanni Paolo II, uomini e donne di fede, culture diverse, uniti dalla speranza che lo “spirito di Assisi” possa portare pace in un mondo segnato da violenza, guerre, divisioni, si sono incontrati per 3 giorni, per parlare, confrontarsi, pregare l'uno accanto all'altro. Anche una delegazione della Comunità Papa Giovanni ha partecipato all’incontro organizzato da Sant’Egidio, la diocesi di Assisi e le Famiglie Francescane. «Abbiamo partecipato con gioia a questo importante evento» dice Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità. «Sono rimasto colpito da tre cose che ha detto Papa Francesco.

  1. La pace si ottiene con l’arma della preghiera. È un’arma paradossale, ma è l’unica che tutti i credenti possono usare. La pace è un dono di Dio, ma la dobbiamo chiedere con la preghiera.
  2. Bisogna sporcarsi le mani, senza la paura di sporcarsi con questa umanità ferita. L’importante non è apparire ma condividere con gli ultimi, coi poveri che gridano “abbiamo sete di pace”.
  3. Bisogna costruire ponti e imparare a dialogare, a vedere il bene che c’è negli altri.

Poi il priore dei francescani ha detto una cosa molto bella: il cuore del messaggio di San Francesco è l’umiltà, la piccola e grande umiltà. San Francesco si è fatto piccolo, povero, umile e proprio per questo ha attirato a sé tante persone. Per poter dialogare e creare una nuova e reale fraternità è fondamentale che ciascuno di noi scelga l’umiltà».

#FOTOGALLERY:assisi#

Presenti non solo i leader religiosi di numerose confessioni (sunniti, sciiti, ortodossi, scintoisti, buddisti e tanti altri), ma anche tante persone comuni provenienti da tutto il mondo, pronti a mettersi in gioco in prima persona. «La cosa più toccante è stato respirare una grande determinazione in tutti noi», dice Sara Foschi, una giovane che ha partecipato all’evento. «Le barriere tra le nazioni erano annullate, abbiamo vissuto come un’umanità in cerca di dialogo e di pace, nella verità. Si è stati realisti nel constatare i problemi drammatici del tempo che stiamo vivendo. Ma in questo realismo c’era anche la ferma volontà di cercare il dialogo. Il concetto forte che è stato ribadito è questo: o l’umanità imbocca la strada del dialogo e della convivenza pacifica, oppure percorrerà la strada della distruzione e della violenza. Bisogna smettere di parlare di “loro”, iniziamo a parlare di “noi”».

Per sottolineare la reale volontà di costruire insieme la pace, i leaders religiosi hanno firmato un appello, proprio a ridosso della Giornata Internazionale per la Pace, che si celebra il 21 settembre.

Video del discorso di Papa Francesco

 



Chiara Bonetto
21/09/2016

Ultime news
  • Un Pasto al Giorno: ripartiamo da..
    Un pasto sospeso pronto ogni giorno sulle nostre tavole, per contrastare, insieme, le nuove povertà.
    Leggi tutto
    28 Settembre 2020
  • Il Servizio Civile Universale aff..
    La Comunità Papa Giovanni XXIII ha appreso con rammarico che non ci saranno fondi aggiuntivi per il bando volontari che sa...
    Leggi tutto
    28 Settembre 2020
  • Rompiamo l'isolamento: performanc..
    Sabato 26 settembre alle ore 17 prenderà forma la performance teatrale del Centro diurno socio riabilitativo per persone c...
    Leggi tutto
    24 Settembre 2020
  • Giornata LIS 2020
    «L'Italia è rimasta uno dei pochi paesi a non riconoscere la Lingua dei Segni, una lingua che favorirebbe l'inclusione del...
    Leggi tutto
    23 Settembre 2020
  • Nemmeno con un fiore!
    Violenze invisibili e industria della prostituzione: dopo gli incontri dei mesi scorsi realizzati all'interno del progetto...
    Leggi tutto
    22 Settembre 2020
  • La nuova Rete Italiana Pace e Dis..
    Abbiamo scelto la data del 21 settembre 2020, giornata internazionale per la Pace, per annunciare la nascita di Rete Itali...
    Leggi tutto
    21 Settembre 2020
  • Mattarella incontra Ciccio
    Continua la relazione epistolare e di persona fra il protagonista di Solo Cose Belle e il Presidente della Repubblica
    Leggi tutto
    17 Settembre 2020
  • Don Federico Pedrana amico del sa..
    Come Comunità Papa Giovanni XXIII ci stringiamo al dolore della Diocesi di Como e del Vescovo per l'assassinio di don Robe...
    Leggi tutto
    16 Settembre 2020
  • Curare la terra produce vita, dig..
    Vivere a contatto con la natura favorisce percorsi educativi, formativi, curativi e spirituali. Ce lo racconta Francesco, ...
    Leggi tutto
    16 Settembre 2020
  • Incendio a Lesbo
    A niente è valso un anno in casa famiglia ad Atene, le autorità greche non hanno riconosciuto la minore età e hanno ris...
    Leggi tutto
    09 Settembre 2020
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

Loading…