Eventi




La prostituzione non è un lavoro

La Comunità Papa Giovanni XXIII esprime «forte preoccupazione» per il documento sulla prostituzione che Amnesty International potrebbe approvare in questi giorni nell'International Council Meeting che si apre oggi a Dublino.

«Stando alle anticipazioni riportate sul web – dichiara Giovanni Ramonda, responsabile generale dell'associazione fondata da don Benzi – Amnesty vorrebbe considerare la prostituzione come un lavoro da proteggere e regolamentare».

«Siamo d'accordo sul fatto che le donne coinvolte nel mercato della prostituzione non vanno criminalizzate – approfondisce Ramonda – ma parlare di sex workers è fuorviante perché induce a considerare la prostituzione come una qualsiasi attività lavorativa, mentre chi come noi opera a fianco delle ragazze e donne coinvolte in questo mercato (https://www.apg23.org/it/prostituzione/) sa che la prostituzione, anche quando non è una forma evidente di schiavitù – come invece è in molti casi – è sempre comunque connessa allo sfruttamento e alla mercificazione della persona».

«Una presa di posizione di questo tipo da parte di una stimata organizzazione come Amnesty rischia di danneggiare il lavoro di quanti con fatica lottano per far sì che si spezzino le catene di questa moderna forma di schiavitù – continua Ramonda –. Chi davvero ha a cuore il massimo sviluppo della persona umana, di tutte le persone, chiede che la prostituzione venga abolita, da un lato, decriminalizzando le persone che si prostituiscono, che devono esser considerate come vittime, dall'altro lato criminalizzando sia gli sfruttatori (i magnaccia) che riducono in schiavitù queste persone, sia i clienti, i quali sfruttano la condizione di vulnerabilità delle persone che si prostituiscono. Semplicemente: se non ci fossero clienti, allora non ci sarebbero persone che si prostituiscono».

«La “Convenzione Onu per la repressione della tratta di esseri umani e dello sfruttamento della prostituzione”, che risale al 1949 – conclude Ramonda – stabilisce nel preambolo che “la prostituzione e il male che l'accompagna, vale a dire la tratta degli esseri umani ai fini della prostituzione, sono incompatibili con la dignità ed il valore della persona umana e mettono in pericolo il benessere dell'individuo, della famiglia e della comunità”.

Invitiamo i membri di Amnesty a non compiere un balzo indietro di 66 anni nel cammino per tutelare i diritti umani dei più deboli. Siamo disponibili ad un incontro di approfondimento per spiegare meglio la nostra posizione, che nasce da oltre 30 anni di azione in prima linea a fianco delle vittime di questo mercato di esseri umani».



 

 

 

 
Ultime news
  • Carcere, ecco le pene alternative
    Misure alternative al carcere: un modo sicuro per il recupero della della persona, che non tornerà più a delinquere
    Leggi tutto
    21 Febbraio 2019
  • Intregrare la Legge Merlin
    Nel 2019 la Legge Merlin ha compiuto 61 anni. Per chiedere di integrarla arriva la proposta di multare i clienti delle don...
    Leggi tutto
    19 Febbraio 2019
  • Ritiri spirituali Apg23
    3 giorni di spiritualità del povero: è il Deserto dell'Accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII. Ecco come impara...
    Leggi tutto
    15 Febbraio 2019
  • Armi in Italia: per quale sicurez..
    La preoccupazione di molti è che Hit Show, la fiera che si svolge dal 9 all'11 febbraio 2019 a Vicenza e che si presenta c...
    Leggi tutto
    08 Febbraio 2019
  • Giornata per la vita
    In occasione della 41ª Giornata nazionale per la vita, che sarà celebrata domenica prossima, la Comunità Papa Giovanni XXI...
    Leggi tutto
    01 Febbraio 2019
  • Santa Giuseppina Bakhita
    Nel 2018 Papa Francesco ha incontrato le ex prostitute; a Roma storie di sfruttamento e liberazione in occasione della veg...
    Leggi tutto
    01 Febbraio 2019
  • Servizio civile: posti disponibili
    45 volontari all'estero e 194 in Italia per il servizio civile Apg23
    Leggi tutto
    30 Gennaio 2019
  • A Panama con Papa Francesco
    Giovani da tutto il mondo si ritrovano intorno a Papa Francesco a Panama. Tra loro c'è anche una delegazione Apg23
    Leggi tutto
    29 Gennaio 2019
  • «Grazie ai miei genitori affidat..
    Sabato 26 gennaio hanno vinto l’accoglienza e la collaborazione, hanno vinto le famiglie. L’evento #Dónàti è stato ...
    Leggi tutto
    28 Gennaio 2019
  • Accogliamo i profughi
    «Siamo pronti all'accoglienza dei ragazzi profughi della Sea Watch», ha annunciato nella notte Giovanni Paolo Ramonda, p...
    Leggi tutto
    26 Gennaio 2019
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy
Loading…