Giornata europea: uniti contro la prostituzione e la tratta

Campagna nazionale per chiedere il riconoscimento dei diritti e della dignità delle donne

"Questo è il mio corpo" è una campagna per la liberazione delle vittime di tratta e sfruttamento, promossa dalla Comunità Papa Giovanni XXIII con la collaborazione di un cartello di associazioni.

La prostituzione è sempre abusante: a chi vorrebbe difendere la libertà sessuale di chi va con le prostitute rispondiamo che è una “libertà” esercitata nei confronti di una persona che non è libera e non ha scelta: sono soggetti deboli, a volte poco più che adolescenti, privati dei documenti, sradicati dal loro paese, non in grado di difendersi e di reagire; donne vendute, costrette con la forza o ‘esportate’ con l'inganno. Un consenso apparentemente libero nasce da una catena di sopraffazioni che culmina con il cliente. Che quasi sempre conosce questa situazione, e diventa lui stesso uno sfruttatore.

Da 30 anni la Comunità si batte al fianco delle ragazze vittime di prostituzione trattata, per costruire con e per loro una vita dignitosa. Solo in Italia si stima che siano tra le 75.000 e 120000.
Il 65% è in strada, il 37%, è minorenne, tra i 13 e i 17 anni.
Provengono da Nigeria (36%) Romania (22 %) Albania (10,5%) Bulgaria (9%) Moldavia (7%), le restanti da Ucraina Cina e altri paesi dell’Est.
9 milioni sono i clienti, con un giro d'affari di 90 milioni di euro al mese.

Nell'esperienza delle unità di strada, operatori, volontari, nella vita che passa nelle case di accoglienza, abbiamo capito che l'unico modo che si ha per combattere questa schiavitù è colpire la domanda, ovvero il cliente.

Molte legislazioni europee già lo fanno, la più recente è quella francese di aprile 2016.

La campagna propone delle azioni per chiedere al Parlamento e al governo italiani una legge che sanzioni il cliente, in particolare la proposta di legge Bini (Atto Camera 3890 "Modifica all'articolo 3 della legge 20 febbraio 1958, n. 75, concernente l'introduzione di sanzioni per chi si avvale delle prestazioni sessuali di soggetti che esercitano la prostituzione").

E allora, qual è il segreto per contrastare la prostituzione in Italia? Eccolo! www.questoeilmiocorpo.org

 

 



Francesca Ciarallo
18/10/2017
NOTIZIE CORRELATE

 

 

Ultime news
  • Sport e diritti umani
    Per l'ONU lo sport può promuovere i diritti umani per tutti e rafforzare il loro rispetto universale
    Leggi tutto
    16 Ottobre 2018
  • Economia solidale
    Un convegno per parlare dell’economia solidale, che rispetta la dignità delle persone e anche il pianeta, si terrà a C...
    Leggi tutto
    16 Ottobre 2018
  • Open day del Tavolo Ecclesiale Di..
    Il 20 e 27 ottobre: porte aperte delle strutture terapeutiche per la prevenzione alle dipendenze
    Leggi tutto
    09 Ottobre 2018
  • Un Ministero della Pace in ogni S..
    «Dai, facciamo pace». Quante volte abbiamo detto o sentito questa frase? «Fare pace» è un’espressione semplice che spiega ...
    Leggi tutto
    09 Ottobre 2018
  • Mattarella al 50° della Papa Gio..
    Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà alle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario della Comunità P...
    Leggi tutto
    09 Ottobre 2018
  • Da 40 anni in Veneto
    Tre eventi in Veneto per celebrare le case famiglia, l'accoglienza e il volontariato
    Leggi tutto
    08 Ottobre 2018
  • Sinodo dei giovani 2018
    Papa Francesco, accompagnato da 267 vescovi (i padri sinodali), ha aperto il 3 ottobre l'attesissimo Sinodo sui giovan...
    Leggi tutto
    04 Ottobre 2018
  • Giornata mondiale del sordo
    In occasione del 60° Anniversario della Giornata mondiale delle persone sorde, Papa Francesco ha detto in un suo messaggio...
    Leggi tutto
    01 Ottobre 2018
  • Partire per la missione: la forma..
    «Tornando a casa dopo il Corso Missioni ho sentito il desiderio di mettermi in gioco e la voglia di fare una esperienza i...
    Leggi tutto
    01 Ottobre 2018
  • Casa famiglia a Gerusalemme
    Apg23 ha inaugurato una nuova casa famiglia a Gerusalemme. Ospita i bambini figli degli immigrati filippini, in un crocevi...
    Leggi tutto
    29 Settembre 2018
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy
Loading…