Ultime news
  • 03 Luglio 2018
    Una nuova casa famiglia
    Leggi tutto
  • 02 Luglio 2018
    Una proposta per sradicare la prostituzione
    Leggi tutto
  • 27 Giugno 2018
    L’Alba della condivisione
    Leggi tutto
  • 26 Giugno 2018
    Ministero della Pace
    Leggi tutto
  • 26 Giugno 2018
    Liberi dalla droga
    Leggi tutto
  • 26 Giugno 2018
    Tavolo Ecclesiale Dipendenze
    Leggi tutto
  • 20 Giugno 2018
    Corridoi umanitari
    Leggi tutto
  • 15 Giugno 2018
    Ramonda incontra Papa Francesco
    Leggi tutto
  • 13 Giugno 2018
    Servizio civile: 346 posti disponibili
    Leggi tutto
  • 12 Giugno 2018
    Bambini profughi, la storia
    Leggi tutto

LA RIMOZIONE DELLE CAUSE CHE CREANO INGIUSTIZIA ED EMARGINAZIONE


La condivisione diretta contiene in se stessa la giustizia. Per questo l'impegno per rimuovere le cause che creano emarginazione ed ingiustizia è strettamente connesso alla vita di condivisione, rendendola piena e credibile.

«Questo è uno degli aspetti più caratteristici della nostra vocazione. Non possiamo limitarci a soccorrere le vittime di questa società: dobbiamo spingerci oltre, fino ad impedire alla società di continuare a fare vittime.»

«Non basta mettere la spalla sotto la croce del fratello; a chi fabbrica le croci occorre dire di smetterla. Non si può dare da mangiare all'affamato e poi andare allegramente a braccetto con chi affama. L'impegno per la giustizia è dunque fondamentale. Noi ci rivolgiamo a chi ha il potere di opprimere o di liberare perché siano rimosse le cause dell'ingiustizia.»

Questa visione ci porta nel cuore di tutte le vicende storiche e ci spinge ad impegnarci seriamente nel sociale, per dare voce a chi non ha voce e lottare in modo nonviolento.
Le azioni di rimozione delle cause che creano l’emarginazione sono molteplici.
Si rimuovono le cause dell’emarginazione ad esempio rendendo inutili gli istituti con l’affidamento, rendendo inutili i ricoveri per anziani con i villaggi familiari uniti alle Case Famiglia; rendendo soggetti attivi e protagonisti nella società e nella Chiesa tutti gli oppressi, dando l’opportunità agli ultimi di riscattarsi, liberando gli schiavi e le schiave, sviluppando la Società del Gratuito, diffondendo la condivisione.

Per realizzare questa dimensione è necessario che ogni membro della Comunità:

  • Si renda conto delle cause che hanno dato origine al disagio di coloro dei quali condivide la vita;
  • Conosca le soluzioni che la Comunità propone per la rimozione delle cause nei diversi campi dell’emarginazione;
  • Faccia proprie le azioni che la Comunità porta avanti per rimuovere le cause che creano emarginazione ed ingiustizia;
  • Proponga, specialmente ai giovani, la partecipazione alle azioni di liberazione promosse dalla Comunità.

Non si può dare per carità ciò che è dovuto per giustizia.
Bisogna lottare apertamente per liberare la verità tenuta incatenata nell’ingiustizia.
Strettamente congiunta alla giustizia è la Società del Gratuito che urge realizzare.
L’impegno per l’evangelizzazione e liberazione degli ultimi è la misura della vitalità della Comunità.

Direttorio

 

 

 

Ultime news
  • Una nuova casa famiglia
    Nidastore è un antico borgo marchigiano, conta meno di una decina di abitanti, sulle colline appenniniche della provincia ...
    Leggi tutto
    03 Luglio 2018
  • Una proposta per sradicare la pro..
    A Ginevra si svolge in questi giorni la 38a sessione del Consiglio dei diritti Umani e il nostro ufficio ha messo in canti...
    Leggi tutto
    02 Luglio 2018
  • L’Alba della condivisione
    Parte con il 1° luglio  il primo campo di condivisione dell’estate 2018. Sono 160 le persone, provenienti in particolare d...
    Leggi tutto
    27 Giugno 2018
  • Ministero della Pace
    Istituire un Ministero della Pace che gestisca i conflitti sociali italiani e che intervenga anche in quelli esteri con pe...
    Leggi tutto
    26 Giugno 2018
  • Liberi dalla droga
    La festa dell’Interdipendenza nasce da diverse occasioni confluite in questo momento: il 26 giugno è la giornata mondiale ...
    Leggi tutto
    26 Giugno 2018
  • Tavolo Ecclesiale Dipendenze
      Il Tavolo Ecclesiale Dipendenze ha organizzato, il 26 giugno 2018, in occasione della giornata internazionale con...
    Leggi tutto
    26 Giugno 2018
  • Corridoi umanitari
    “La santità non riguarda solo lo spirito, ma anche i piedi, per andare verso i fratelli, e le mani, per condividere con lo...
    Leggi tutto
    20 Giugno 2018
  • Ramonda incontra Papa Francesco
    Questa mattina Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, è stato ricevuto da Papa Francesco i...
    Leggi tutto
    15 Giugno 2018
  • Servizio civile: 346 posti dispon..
    Sta per uscire il bando, l’ultimo con le regole attuali. Poi scatterà il nuovo Servizio Civile Universale: ecco le novi...
    Leggi tutto
    13 Giugno 2018
  • Bambini profughi, la storia
    Ola, nome di fantasia, ha 11 anni. C'era anche lui fra i bambini profughi, sabato sulla nave Sea Watch 3 che ha attracca...
    Leggi tutto
    12 Giugno 2018
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy
Loading…