Ultime news
  • 19 Febbraio 2018
    Intregrare la Legge Merlin
    Leggi tutto
  • 16 Febbraio 2018
    Verso il Sinodo dei giovani 2018
    Leggi tutto
  • 12 Febbraio 2018
    Partire per la missione: la formazione
    Leggi tutto
  • 12 Febbraio 2018
    Pace, cosa pensano gli italiani
    Leggi tutto
  • 11 Febbraio 2018
    Parti con SVE, il volontariato all'estero
    Leggi tutto
  • 09 Febbraio 2018
    Apg23 premiata con Federica Pellegrini
    Leggi tutto
  • 08 Febbraio 2018
    Santa Giuseppina Bakhita
    Leggi tutto
  • 06 Febbraio 2018
    Ciak si gira: solo cose belle!
    Leggi tutto
  • 05 Febbraio 2018
    Il valore dello spreco alimentare
    Leggi tutto
  • 02 Febbraio 2018
    Elezioni: cosa cambia
    Leggi tutto

1970
Don Oreste ed un gruppo di giovani riminesi da lui seguito cominciano a condividere la vita delle persone con disabilità  al “Sol et Salus”, un istituto di Torre Pedrera (RN).

1971
Il 13 luglio viene fondata l'Associazione per la formazione religiosa degli adolescenti “Papa Giovanni XXIII” che l’anno successivo, con Decreto del Presidente della Repubblica n°596 del 5-7-1972, G.U. n°271, viene riconosciuta come entità giuridica. In questo modo l'associazione può iniziare ad agire sul piano civile e legale in tutta Italia.

1973
Dall’incontro con adulti con problemi psichici in stato di abbandono nasce a Coriano di Rimini la prima Casa Famiglia, per “dare una famiglia a chi non l’ha". Da questo momento la Comunità Papa Giovanni XXIII si interroga continuamente riguardo le nuove situazioni di emarginazione, disagio sociale, povertà e abbandono con cui viene a contatto. Conseguentemente la Comunità si allargherà e si diffonderà prima in Italia e poi in tutti i continenti.

Ragazzi accolta in Casa Famiglia - Foto di Riccardo Ghinelli

1975
Il Vescovo di Rimini, Mons. Emilio Bianchieri, riconoscendo l'importanza dell'associazione nella diocesi di Rimini dirà "L'associazione è piccola cosa come numero di persone, ma è molto grande il suo significato e la sua funzione nella diocesi".

1976
La Comunità inizia ad impegnarsi seriamente nel sociale con un'azione non violenta, allo scopo di rimuovere le cause che creano l'emarginazione, cercando di sensibilizzare l'opinione pubblica e le Istituzioni, sul tema della giustizia, sulla base del concetto "non fare per carità ciò che si deve fare per giustizia".

1977
Esce il primo numero del giornale "Sempre", il mensile della Comunità con lo scopo di "dare voce a chi non ne ha". Nello stesso anno incomincia anche l'esperienza dell'Affidamento Familiare, che porterà nel 1979 all'apertura del primo "Pronto soccorso sociale per bambini", cioè una Casa Famiglia in cui si cerca di rispondere prontamente alle necessità dei bambini in stato di abbandono o provenienti da famiglie che in quel momento non sono in grado di seguirli.

1979
Incominci l'attività delle Cooperative Sociali, per inserire nel mondo del lavoro persone con disabilità fisiche e/o psichiche. Negli anni successivi per ragazzi gravi o gravissimi si apriranno cooperative di tipo educativo oppure misto cioè sia lavorativo che educativo.

Ragazzo al lavoro in cooperativa - Foto Elisa Pezzotti

 

 

Ultime news
  • Intregrare la Legge Merlin
    Nel 2018 la Legge Merlin compie 60 anni. il 2 dicembre 2017 a Modena si è tenuta una manifestazione nazionale per chieder...
    Leggi tutto
    19 Febbraio 2018
  • Verso il Sinodo dei giovani 2018
    Il Sinodo giovani agosto 2018 voluto da Papa Francesco avrà come tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale»;...
    Leggi tutto
    16 Febbraio 2018
  • Partire per la missione: la forma..
    «Tornando a casa dopo il Corso Missioni ho sentito il desiderio di mettermi in gioco e la voglia di fare una esperienza i...
    Leggi tutto
    12 Febbraio 2018
  • Pace, cosa pensano gli italiani
    La pace nel mondo può sembrare un'utopia. Eppure qualcosa tutti noi possiamo fare. Marco Mascia, direttore del Centro p...
    Leggi tutto
    12 Febbraio 2018
  • Parti con SVE, il volontariato al..
    Il Servizio Volontario Europeo permette ai giovani tra i 18 e i 30 anni di partecipare ad attività di volontariato all'es...
    Leggi tutto
    11 Febbraio 2018
  • Apg23 premiata con Federica Pelle..
    Comunità Papa Giovanni XXIII premiata assieme alla campionessa olimpica Federica Pellegrini, all’imprenditore del settore ...
    Leggi tutto
    09 Febbraio 2018
  • Santa Giuseppina Bakhita
    Nel 2018 Papa Francesco ha incontrato le ex prostitute; a Verona storie di sfruttamento e liberazione in occasione della v...
    Leggi tutto
    08 Febbraio 2018
  • Ciak si gira: solo cose belle!
    Solo cose belle è il titolo del film che racconta “la pupilla dell’occhio” della Comunità Papa Giovanni XXIII, cioè la cas...
    Leggi tutto
    06 Febbraio 2018
  • Il valore dello spreco alimentare
    5 febbraio, Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare: un problema economico ma non solo, che ci coinvolge...
    Leggi tutto
    05 Febbraio 2018
  • Elezioni: cosa cambia
    Per la prima volta, alle imminenti elezioni politiche, voteremo con la nuova legge elettorale, frutto di un estenuante dib...
    Leggi tutto
    02 Febbraio 2018
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…