È sempre la notte dei senza fissa dimora

Era il 17 ottobre del 1987 quando più di 100.000 persone si riunirono al Trocadéro di Parigi per ribadire, 40 anni dopo la firma della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo in quello stesso luogo, come la povertà violi tali diritti e debba quindi essere contrastata.
È proprio questo il senso profondo della Giornata Mondiale per l’Eradicazione della Povertà, poi istituita ufficialmente dall’ONU nel 1992: non solo ricordare chi soffre perché vive in condizioni di miseria, ma promuovere azioni e iniziative concrete per eliminare l’indigenza, in tutte le sue forme.

Tra queste rientra la condizione, definita di “povertà assoluta”, di chi vive sulla strada – secondo le stime Istat, in Italia sono oltre 50.000, in continuo aumento. A loro è stata dedicata “La notte dei senza dimora”, organizzata in occasione della Giornata per l’Eradicazione della Povertà dalle realtà che operano nel campo. La Comunità Papa Giovanni XXIII ha aderito anche quest’anno alle proposte, aggiungendo la sua voce al dibattito sul tema dell’emarginazione sociale e portando avanti nel contempo l’abituale attività quotidiana – attività di che dedica il proprio tempo agli “invisibili”, condivide con loro la strada, il pasto, fino ad arrivare alla casa.

Il messaggio racchiuso nella Giornata Mondiale dell’Eradicazione della Povertà coincide infatti con quel concetto di “rimozione delle cause” che è uno dei pilastri di Apg23 e sta alla base dell’impegno di chi sceglie di dedicare la vita alle persone senza fissa dimora per strapparle da lì dove sono. Don Oreste Benzi soleva dire: «Ci sono poveri che non vengono a noi, dobbiamo andarli a cercare» ed è sulla scia di queste parole che, trent’anni fa, sono nate le Unità di Strada, gruppi di volontari della Papa Giovanni che vanno in cerca di chi si rintana sotto i ponti, negli anfratti delle stazioni e negli angoli bui del centro di città come Milano e Bologna, ma anche Cuneo, Vicenza, Forlì, Rimini, Pescara.

Ciò che anima le Unità di Strada è il desiderio di portare, oltre ai generi di primaria necessità, attenzioni e conforto. Il contatto umano è ciò che permette di abbattere il muro della diffidenza e creare quelle relazioni personali che sono il primo, fondamentale passo del percorso di reinserimenella società – o, per dirla con altre parole, del percorso di eradicazione della povertà.

L’incontro con le persone senza dimora segue una mappa che percorre l’Italia da nord a sud e un calendario di uscite che copre tutti i giorni dell’anno.
In occasione della ricorrenza del 17 ottobre, stiamo documentando questo impegno postando immagini e brevi storie raccolte durante l’attività settimanale delle Unità di Strada, delle Capanne di Betlemme e delle Mense di Strada sui nostri profili Facebook e Instagram.



Ufficio Fund Raising
17/10/2017
NOTIZIE CORRELATE

 

 

 

Ultime news
  • Fornò festeggia i 30 anni di att..
    Santuario di Fornò, periferia di Forlì, in una domenica nebbiosa e uggiosa si respira invece il calore di sentimenti antic...
    Leggi tutto
    16 Novembre 2017
  • Giornata mondiale dei poveri
    Il 19 novembre 2017 sarà la giornata mondiale dei poveri, istituita da Papa Francesco. Tema dell'anno sarà "Non amiamo a p...
    Leggi tutto
    10 Novembre 2017
  • "Linguaggio dei segni", come iniz..
    Cos'è il inguaggio dei segni? Una vera e propria lingua, con un suo alfabeto ed una sua grammatica. Ecco i riferimenti pe...
    Leggi tutto
    04 Novembre 2017
  • «Sandra Sabattini mi ha guarito»
    Sei anni di ricerca, di interviste, di incontri con chi ha conosciuto la Serva di Dio Sandra Sabattini. Un grande lavoro c...
    Leggi tutto
    20 Ottobre 2017
  • Contro la prostituzione: Questo ..
    La Comunità Papa Giovanni XXIII lancia una campagna per chiedere ai parlamentari di sostenere tutte le proposte che vanno...
    Leggi tutto
    18 Ottobre 2017
  • Messalino di Don Oreste
    Messalino di Pane Quotidiano: un libretto bimestrale che di don Oreste Benzi contiene la Parola di Dio ogni giorno e i com...
    Leggi tutto
    18 Ottobre 2017
  • Convegno su don Oreste Benzi
    2 novembre 2007: 10 anni fa esatti chiudeva gli occhi a Rimini Don Oreste Benzi. Ecco il ricordo di quei giorni, raccontat...
    Leggi tutto
    17 Ottobre 2017
  • La notte dei senza fissa dimora
    La Comunità Papa Giovanni XXIII rivolge attenzioni speciali agli “invisibili” non solo il 17 ottobre, ma tutti i gior...
    Leggi tutto
    17 Ottobre 2017
  • Colombia: resistere al conflitto
    Nell'anno sono stati uccisi almeno 52 attivisti per i diritti umani in Colombia. La conferenza stampa a Montecitorio per i...
    Leggi tutto
    11 Ottobre 2017
  • Non lasciamo da sole le mamme
    Il 6 ottobre scorso, al Teatro degli Alemanni a Bologna, proprio nei pressi della neonata "Culla per la vita" inaugurata d...
    Leggi tutto
    10 Ottobre 2017
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…