Santa Giuseppina Bakhita, fiaccolata a Torino in ricordo della santa schiava. L'evento 2017

Santa Bakhita, 8 febbraio 2018

Eventi contro la schiavitù; il significato della giornata dedicata alla Santa schiava

L'8 febbraio di ogni anno si celebra dal 2015 la Giornata internazionale di preghiera e riflessione contro la tratta di persone, nella memoria di Santa Giuseppina Bakhita, nota come “madre Moretta” che all'età di 9 anni fu rapita in Sudan e fatta schiava.

Per tutta la sua vita portò sul suo corpo 144 cicatrici, segno della tragica esperienza di violenza subìta da bambina. Giunta in Italia, quando le fu permesso di tornare libera, entrò nell'Ordine delle suore canossiane. Qui testimoniò la gioia del sentirsi non più sola, ma amata da Dio e dalle consorelle.

 

Significato del nome Giuseppina

Giuseppina Bakhita, nata nel 1869, è stata proclamata Santa nel 2000 da papa Giovanni Paolo II. Oggi è la Santa di tutte le donne e degli uomini che sono venduti come schiavi nel mondo. L'8 febbaio per il nome Giuseppina (femminile di Giuseppe) ricorre l'onomastico, in ricordo di Santa Giuseppina Bakhita, che è scomparsa l'8 febbraio 1947. Dall'ebraico il nome deriva da Yoseph, ha il significato beneaugurale di "accresciuto da Dio". Così è stato infatti per la famiglia di Giuseppe, papà di Gesù.
 

Bakhita, il film

In ricordo di Giuseppina Bakhita sono stati realizzati il film "Bakhita" e la miniserie televisiva "Bakhita" in due puntate. Raccontano le torture e le umiliazioni subite dalla Santa, fino alla salvezza trovata grazie ad un commerciante italiano. Il film è stato prodotto con la regia di Giacomo Campiotti nel 2008; la serie TV è andata in onda sulla Rai nel 2009.

 

Giuseppina Bakhita 2018, la giornata della schiava bambina

 
A Roma il 3 febbraio 2018, per fare memoria dei 21 milioni di schiavi di oggi, vittime di sfruttamento sessuale e lavorativo, la Rete Talità Kum ha promosso una Veglia di preghiera nella Basilica di San Giovanni Laterano. Gli schiavi moderni sono venduti oggi anche per accattonaggio e per traffico di organi. 
 
Tra le numerose associazioni che saranno presenti a Roma vi sarà anche la Comunità Papa Giovanni XXIII, con le  sue Unità di strada: ogni venerdì notte nella zona nord della capitale incontrano e invitano a uscire dal giro di sfruttamento della prostituzione le donne vittime di tratta: oggi sono prevalentemente di origine nigeriana e vengono portate in Italia attraverso il flusso di profughi della rotta libica.
 
A Verona l'8 febbraio si terrà l'incontro pubblico che prevede testimonianze e interventi, con la presenza del Patriarca di Venezia Francesco Moraglia.
 
Ferrara vede  organizzata una serata di testimonianze ed approfondimento. A Torino viene organizzato un concerto gospel; a Sassari una marcia silenziosa nei luoghi di sfruttamento della donna. Eventi anche a Piacenza, Rovigo.

 

#FOTOGALLERY:TO2017#

 

Giornata di Santa Bakhita, significato

Promotori della giornata sono la Comunità Papa Giovanni XXIII, le Unioni internazionali dei superiori generali (Uisg e Usg), il Dicastero vaticano per il servizio dello sviluppo umano integrale, la Congregazione per gli istituti di vita consacrata e le società di vita apostolica.
 
«Non è una giornata qualsiasi – ha spiegato nella prima Giornata internazionale, quella del 2015,  la  presidente dell’associazione Slaves no more suor Eugenia Bonetti – ma un momento che ci vede tutti impegnati nel sensibilizzare le realtà della chiesa, del governo, dei media, dei privati e delle organizzazioni. Per debellare davvero la piaga della schiavitù della donna».

L'edizione del 2017 della celebrazione di Santa Bakhita è stata occasione per i Vescovi di Vicenza e Verona di firmare personalmente, insieme al Patriarca di Venezia Francesco Moraglia, il proprio impegno personale nella lotta contro la schiavitù della donna in Italia. Le autorità della Chiesa hanno sottoscritto per l'occasione la campagna Questo è il mio corpo contro il racket della prostituzione. A Torino un lungo corteo ha percorso nel 2017 le vie della città. Ecco nel servizio della Rai regionale del Piemonte il racconto di com'è andata.

 



Marco Tassinari
22/01/2018
NOTIZIE CORRELATE

 

 

Ultime news
  • Santa Bakhita 2018
    Giuseppina Bakhita, una Santa che ci ricorda la schiavitù della donna. Eventi l'8 febbraio in tutta Italia.
    Leggi tutto
    22 Gennaio 2018
  • Chi sono i Rom?
    Il 20 gennaio alle ore 10, presso la comunità terapeutica S. Giuseppe a Castel Maggiore, loc. Sabbiuno (BO), si terrà un s...
    Leggi tutto
    17 Gennaio 2018
  • La visita del Papa in Cile
    Dal 15 al 22 gennaio il Papa farà una visita pastorale in Cile e Perù. Gianni Casadei, romagnolo, è missionario in Cile da...
    Leggi tutto
    16 Gennaio 2018
  • Intregrare la Legge Merlin
    Nel 2018 la Legge Merlin compie 60 anni. il 2 dicembre 2017 a Modena si è tenuta una manifestazione nazionale per chieder...
    Leggi tutto
    15 Gennaio 2018
  • Sevizio civile, cerchiamo volontari
    Il 21 dicembre 2017 sono usciti due bandi per l'attuazione di progetti di Servizio Civile Nazionale e nell'ambito di Garan...
    Leggi tutto
    11 Gennaio 2018
  • Gesù Bambino è un immigrato
    Il 14 gennaio la Chiesa ricorda la giornata mondiale del migrante e del rifugiato, voluta da Papa Francesco. Ecco alcuni...
    Leggi tutto
    10 Gennaio 2018
  • Parti con SVE, il volontariato al..
    Il Servizio Volontario Europeo permette ai giovani tra i 18 e i 30 anni di partecipare ad attività di volontariato all'es...
    Leggi tutto
    05 Gennaio 2018
  • I commenti al Vangelo del giorno ..
    Messalino di Pane Quotidiano: un libretto bimestrale che di don Oreste Benzi contiene la Parola di Dio ogni giorno e i com...
    Leggi tutto
    28 Dicembre 2017
  • Giornata della vita
    Sei una donna in gravidanza e cerchi aiuto? Nella giornata della vita e durante tutto l'anno restiamo al fianco delle gest...
    Leggi tutto
    28 Dicembre 2017
  • Solidarietà: non solo durante le..
    Il 20 dicembre di ogni anno ricorre l’International Human Solidarity Day dichiarato con una risoluzione del 22 dicembre 20...
    Leggi tutto
    28 Dicembre 2017
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…