Nonviolenza: strategia per una politica di pace

Non perdete la nuova catechesi di Giovanni Ramonda

“La nonviolenza: stile di una politica per la pace”: è il titolo del messaggio di Papa Francesco in occasione del 50° anniversario della Giornata della Pace, il primo gennaio 2017. È anche il tema della catechesi di Giovanni Paolo Ramonda dell'11 gennaio 2017.

Per vedere il video, clicca qui

In un mondo disgregato, confuso e violento, dominato da sanguinose guerre e aspri conflitti sociali e culturali, le parole del Pontefice si ergono come un monito per tutti i cristiani e non, che sono chiamati ad abbracciare la nonviolenza come stile di una politica per la pace. «Che siano la carità e la nonviolenza a guidare il modo in cui ci trattiamo gli uni gli altri nei rapporti interpersonali, in quelli sociali e in quelli internazionali. Quando sanno resistere alla tentazione della vendetta, le vittime della violenza possono essere i protagonisti più credibili di processi nonviolenti di costruzione della pace. Dal livello locale e quotidiano fino a quello dell’ordine mondiale, possa la nonviolenza diventare lo stile caratteristico delle nostre decisioni, delle nostre relazioni, delle nostre azioni, della politica in tutte le sue forme.»

Il Papa dunque invita tutti, dai potenti della terra fino alle persone più umili ed invisibili, a un approccio che rifiuti la violenza come soluzione ai problemi, nella consapevolezza storica (la grande guerra, la seconda guerra mondiale, e la guerra di oggi cosiddetta “a pezzi” sono i riferimenti più evidenti) che questa conduca soltanto a situazioni di estrema ed irreversibile sofferenza.

Come rispondere al male fisico e morale che imperversa e miete vittime ogni giorno? Francesco invita tutti a porre lo sguardo all'annuncio evangelico e dunque all'esperienza di Gesù Cristo che visse in tempi di violenza ed ebbe l'azzardo di fare una cosa più unica che insolita: amare i propri nemici, rispondere al male con il bene e spezzare così la catena dell'ingiustizia. E non esiste via di mezzo o scorciatoia per seguire Gesù, sottolinea Bergoglio: l'unica strada è quella tracciata 2017 anni fa. «Essere veri discepoli di Gesù oggi significa aderire anche alla sua proposta di nonviolenza. Essa – come ha affermato il mio predecessore Benedetto XVI – “è realistica, perché tiene conto che nel mondo c’è troppa violenza, troppa ingiustizia, e dunque non si può superare questa situazione se non contrapponendo un di più di amore, un di più di bontà. Questo di più viene da Dio”.»

L'orizzonte di bene a cui ci richiama Papa Francesco non è un’utopia, non è un progetto irrealizzabile ma una possibilità concreta. Una possibilità concreta di cui la storia sia passata che recente conserva indelebili tracce. Da Madre Teresa di Calcutta a San Giovanni Paolo II, passando dal Mahatma Ghandi e Martin Luther King Jr, Bergoglio ci invita a a tenere fresche nella nostra memoria le testimonianze di chi ha segnato cambiamenti epocali «mediante una lotta pacifica che fa uso delle sole armi della verità e della giustizia».



Francesca Ciarallo
TAG: Ramonda
11 Gennaio 2017

Noi ci mettiamo la nostra vita, tu mettici il tuo 5xmille Codice fiscale 00310810221 #Cimettolamiavita

 

 

Ultime news
  • In partenza: giovani in missione
    Dal 17 al 19 marzo si è svolto il Corso Missioni rivolto a tutti i giovani interessati a fare un’esperienza in una delle r...
    Leggi tutto
    20 Marzo 2017
  • La voce dei profughi siriani all'..
    Il 14 marzo 2017, alla 34a sessione del Consiglio dei Diritti Umani di Ginevra si è svolto il dialogo interattivo con la C...
    Leggi tutto
    16 Marzo 2017
  • Anche Ferrara sanziona i clienti
    È stato approvato lunedì 13 marzo il nuovo Regolamento di Polizia urbana con la maggioranza Pd pressochè compatta, che pre...
    Leggi tutto
    15 Marzo 2017
  • La sfida cristiana nel cuore dell..
    Testimoni della misericordia di Dio verso i più poveri e gli emarginati. Ecco la sfida di oggi, soprattutto per noi cristi...
    Leggi tutto
    14 Marzo 2017
  • «Vi scrivo dal Bangladesh»
    La zona Asia (che riunisce i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII che vivono in Bangladesh, Sri Lanka, India, Cina) s...
    Leggi tutto
    14 Marzo 2017
  • Un concerto contro la tratta
    Il Teatro “Magda Olivero” di Saluzzo (CN) era gremito e la gente che non è riuscita a trovare un posto a sedere, ha g...
    Leggi tutto
    13 Marzo 2017
  • Su Rai Due le donne invisibili
    Abbiamo appena finito di festeggiare la dignità delle donne, di tutte le donne con la ricorrenza dell’8  marzo. Eppure è s...
    Leggi tutto
    10 Marzo 2017
  • Villa confiscata diventa Casa Fam..
    A Sarzana, in provincia de La Spezia, un immobile ed un terreno confiscati alle organizzazioni criminali accoglieranno un...
    Leggi tutto
    09 Marzo 2017
  • Non solo mimose
    Buone notizie da numerosi comuni italiani, tra gli ultimi Piacenza e Sarzana, città in cui l'amministrazione comunale ha ...
    Leggi tutto
    08 Marzo 2017
  • Una via dedicata a don Benzi
    «Grazie per aver dedicato questa strada a don Oreste Benzi, prete di strada» Così Giovanni Paolo Ramonda si è rivolto ...
    Leggi tutto
    06 Marzo 2017
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…