Nonviolenza: strategia per una politica di pace

Non perdete la nuova catechesi di Giovanni Ramonda

“La nonviolenza: stile di una politica per la pace”: è il titolo del messaggio di Papa Francesco in occasione del 50° anniversario della Giornata della Pace, il primo gennaio 2017. È anche il tema della catechesi di Giovanni Paolo Ramonda dell'11 gennaio 2017.

Per vedere il video, clicca qui

In un mondo disgregato, confuso e violento, dominato da sanguinose guerre e aspri conflitti sociali e culturali, le parole del Pontefice si ergono come un monito per tutti i cristiani e non, che sono chiamati ad abbracciare la nonviolenza come stile di una politica per la pace. «Che siano la carità e la nonviolenza a guidare il modo in cui ci trattiamo gli uni gli altri nei rapporti interpersonali, in quelli sociali e in quelli internazionali. Quando sanno resistere alla tentazione della vendetta, le vittime della violenza possono essere i protagonisti più credibili di processi nonviolenti di costruzione della pace. Dal livello locale e quotidiano fino a quello dell’ordine mondiale, possa la nonviolenza diventare lo stile caratteristico delle nostre decisioni, delle nostre relazioni, delle nostre azioni, della politica in tutte le sue forme.»

Il Papa dunque invita tutti, dai potenti della terra fino alle persone più umili ed invisibili, a un approccio che rifiuti la violenza come soluzione ai problemi, nella consapevolezza storica (la grande guerra, la seconda guerra mondiale, e la guerra di oggi cosiddetta “a pezzi” sono i riferimenti più evidenti) che questa conduca soltanto a situazioni di estrema ed irreversibile sofferenza.

Come rispondere al male fisico e morale che imperversa e miete vittime ogni giorno? Francesco invita tutti a porre lo sguardo all'annuncio evangelico e dunque all'esperienza di Gesù Cristo che visse in tempi di violenza ed ebbe l'azzardo di fare una cosa più unica che insolita: amare i propri nemici, rispondere al male con il bene e spezzare così la catena dell'ingiustizia. E non esiste via di mezzo o scorciatoia per seguire Gesù, sottolinea Bergoglio: l'unica strada è quella tracciata 2017 anni fa. «Essere veri discepoli di Gesù oggi significa aderire anche alla sua proposta di nonviolenza. Essa – come ha affermato il mio predecessore Benedetto XVI – “è realistica, perché tiene conto che nel mondo c’è troppa violenza, troppa ingiustizia, e dunque non si può superare questa situazione se non contrapponendo un di più di amore, un di più di bontà. Questo di più viene da Dio”.»

L'orizzonte di bene a cui ci richiama Papa Francesco non è un’utopia, non è un progetto irrealizzabile ma una possibilità concreta. Una possibilità concreta di cui la storia sia passata che recente conserva indelebili tracce. Da Madre Teresa di Calcutta a San Giovanni Paolo II, passando dal Mahatma Ghandi e Martin Luther King Jr, Bergoglio ci invita a a tenere fresche nella nostra memoria le testimonianze di chi ha segnato cambiamenti epocali «mediante una lotta pacifica che fa uso delle sole armi della verità e della giustizia».



Francesca Ciarallo
11/01/2017
TAG: Ramonda

 

 

 

Ultime news
  • 40 anni di Legge 194
    Il 22 maggio 2018 ricorrono i 40 anni dall'entrata in vigore della legge 194 conosciuta come legge sull'aborto. Ma è ben ...
    Leggi tutto
    22 Maggio 2018
  • Non solo nella Giornata delle Fam..
    Una nuova campagna e porte aperte in tutta Italia per celebrare la ricchezza delle Casa Famiglia: la loro diversità
    Leggi tutto
    15 Maggio 2018
  • 12 maggio, Open Day delle Case fa..
    Per i suoi 50 anni la Comunità Papa Giovanni XXIII apre le porte in 50 città in tutta Italia e lancia la campagna #ioson...
    Leggi tutto
    10 Maggio 2018
  • Sandra Sabattini venerabile
    «È incredibile, sembra proprio il profilo spirituale di Sandra, come se stesse parlando di lei!». Così reagiscono le amich...
    Leggi tutto
    02 Maggio 2018
  • Una casa del Comune intitolata a ..
    «Ogni passo in avanti per i deboli, per gli ultimi, è un passo in avanti per tutta l’umanità». Con questa frase incisa ...
    Leggi tutto
    24 Aprile 2018
  • 120 km contro la prostituzione
    Anche quest’anno da Firenze a Viareggio si marcia contro la prostituzione. Il 4 e 5 maggio, 136 chilometri vengono perco...
    Leggi tutto
    23 Aprile 2018
  • Una Casa per quelli che nessuno v..
    Ci sono alcune persone più emarginate di altre, soprattutto perché la società non ha "percorsi" adatti a loro: dimessi ...
    Leggi tutto
    23 Aprile 2018
  • Campi di volontariato
    Campi fuori le mura: a Reggio Calabria fra i profughi, negli orfanotrofi in Romania, o in tutta Italia con gli homeless e ...
    Leggi tutto
    20 Aprile 2018
  • Arte e musica per gli homeless
    Musica e arte si incontrano per sostenere la Capanna di Betlemme di Chieti, una casa di accoglienza dove ogni giorno senza...
    Leggi tutto
    19 Aprile 2018
  • Centro Diurno compie 20 anni
    «Non uno, né nessuno, ma centomila»: ecco il titolo della mostra in occasione dell'evento DiversaMente Abili (11ª edizione...
    Leggi tutto
    18 Aprile 2018
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy
Loading…