Legge di stabilità veneta: 6 misure urgenti per i minori maltrattati

La proposta dei venticinque coordinamenti per i minori del Veneto

Il tavolo “Un welfare per i Minori”, in occasione della discussione della legge di stabilità regionale, ha inviato nei giorni scorsi al Consiglio Regionale del Veneto e alla Giunta Regionale un documento. La nota contiene 6 proposte urgenti sulla situazione delle politiche regionali in tema di tutela, cura e protezione dei minori e delle loro famiglie, specie in situazioni di maltrattamento e abuso. Queste le proposte del tavolo nei sei ambiti:

 

1. CENTRI SPECIALISTICI PER LA PROTEZIONE E CURA DEI BAMBINI VITTIME DI ABUSO O MALTRATTAMENTO: apprezzato il Provvedimento per la riattivazione delle Equipe specialistiche Provinciali, serve potenziarne gli stanziamenti per garantire la continuità del servizio.

2. PIANO REGIONALE PER INFANZIA, ADOLESCENZA E FAMIGLIA: serve uno stanziamento di idoneo finanziamento; fino al 2008 l’ex P.i.a.f. Regionale ha incentivato gli investimenti in progetti locali attraverso il cofinanziamento.

3. CONSULTORI FAMILIARI e SERVIZI PER L’ETÀ EVOLUTIVA: buona parte delle risorse vengono assorbite da interventi di tutela minorile; serve un maggiore finanziamento. L’aggravarsi delle condizioni di disagio socio-economico in regione ha aumentato l’impegno richiesto per le gravi patologie relazionali ed il maltrattamento intrafamiliare; sono diminuite sempre più le risorse per la presa in carico e la cura.

4. COMUNITÁ PER MINORI e AFFIDAMENTO FAMILIARE: serve ripristinare il cofinanziamento agli enti locali per la spesa relativa ai minori inseriti nelle Comunità, negli ultimi anni azzerato; rileviamo casi di minori privati delle cure minime necessarie. Si chiede di mantenere od incrementare lo stanziamento per i contributi alle Famiglie affidatarie e alle Reti familiari, e di garantire il mantenimento dei Casf locali.

5. VIOLENZA INTRAFAMILIARE NEI CONFRONTI DELLE DONNE E DEI MINORI: si chiede il potenziamento dei Consultori Familiari, dei Centri antiviolenza, delle residenze di accoglienza.

6. OSSERVATORIO REGIONALE SUI MINORI (C.F.-SEE): si chiede di riattivare con idoneo finanziamento l’Osservatorio, strumento di programmazione regionale e di coinvolgimento del privato sociale nel miglioramento delle politiche per i minori.

 

Un welfare per i minori” è la rete di 25 enti, associazioni e coordinamenti, rappresentativi di centinaia di realtà venete del sociale, del volontariato, del mondo professionale e della scuola. Sono riunite insieme dalla necessità di affrontare con urgenza il fenomeno del maltrattamento dei minori.

 

Hanno redatto il documento fondativo:

ANEP - Associazione Nazionale Educatori Professionali

Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII

Azienda Ulss 15 Alta Padovana

Caritas del Veneto

CNCA - Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza

CNCM - Coordinamento Nazionale Comunità per Minori

Opera Don Calabria

Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto

Ordine degli Psicologi del Veneto

Reti di famiglie affidatarie

 

Aderiscono al documento fondativo:

AGESCI – Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani

AIAF Veneto – Associazione Italiana Avvocati per la Famiglia e per i Minori

ANDIS – Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici

Ass.NAS – Associazione Nazionale Assistenti Sociali

CISMAI – Coordinamento Servizi Contro il Maltrattamento e l’Abuso all’Infanzia

Consorzio Arcobaleno

FIMP – Federazione Italiana Medici Pediatri

FORUM Veneto delle Associazioni Professionali della Scuola (ADI, AIMC, ANDIS, ANFIS, CIDI, DISAL, Lega Ambiente Scuola e Formazione, MCE, PROTEO)

Ispettoria Salesiana San Marco

Legacoop Veneto

Libera Veneto

SCS/CNOS - Salesiani per il sociale

Università di Padova, DPSS – Dipartimento di Psicologia e Scienze della Socializzazione

Villaggio SOS di Vicenza 

 

Scarica il documento ufficiale del tavolo



21 Dicembre 2016

Noi ci mettiamo la nostra vita, tu mettici il tuo 5xmille Codice fiscale 00310810221 #Cimettolamiavita

 

 

Ultime news
  • In partenza: giovani in missione
    Dal 17 al 19 marzo si è svolto il Corso Missioni rivolto a tutti i giovani interessati a fare un’esperienza in una delle r...
    Leggi tutto
    20 Marzo 2017
  • La voce dei profughi siriani all'..
    Il 14 marzo 2017, alla 34a sessione del Consiglio dei Diritti Umani di Ginevra si è svolto il dialogo interattivo con la C...
    Leggi tutto
    16 Marzo 2017
  • Anche Ferrara sanziona i clienti
    È stato approvato lunedì 13 marzo il nuovo Regolamento di Polizia urbana con la maggioranza Pd pressochè compatta, che pre...
    Leggi tutto
    15 Marzo 2017
  • La sfida cristiana nel cuore dell..
    Testimoni della misericordia di Dio verso i più poveri e gli emarginati. Ecco la sfida di oggi, soprattutto per noi cristi...
    Leggi tutto
    14 Marzo 2017
  • «Vi scrivo dal Bangladesh»
    La zona Asia (che riunisce i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII che vivono in Bangladesh, Sri Lanka, India, Cina) s...
    Leggi tutto
    14 Marzo 2017
  • Un concerto contro la tratta
    Il Teatro “Magda Olivero” di Saluzzo (CN) era gremito e la gente che non è riuscita a trovare un posto a sedere, ha g...
    Leggi tutto
    13 Marzo 2017
  • Su Rai Due le donne invisibili
    Abbiamo appena finito di festeggiare la dignità delle donne, di tutte le donne con la ricorrenza dell’8  marzo. Eppure è s...
    Leggi tutto
    10 Marzo 2017
  • Villa confiscata diventa Casa Fam..
    A Sarzana, in provincia de La Spezia, un immobile ed un terreno confiscati alle organizzazioni criminali accoglieranno un...
    Leggi tutto
    09 Marzo 2017
  • Non solo mimose
    Buone notizie da numerosi comuni italiani, tra gli ultimi Piacenza e Sarzana, città in cui l'amministrazione comunale ha ...
    Leggi tutto
    08 Marzo 2017
  • Una via dedicata a don Benzi
    «Grazie per aver dedicato questa strada a don Oreste Benzi, prete di strada» Così Giovanni Paolo Ramonda si è rivolto ...
    Leggi tutto
    06 Marzo 2017
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…