Ultime news
  • 20 Marzo 2017
    In partenza: giovani in missione
    Leggi tutto
  • 16 Marzo 2017
    La voce dei profughi siriani all'ONU
    Leggi tutto
  • 15 Marzo 2017
    Anche Ferrara sanziona i clienti
    Leggi tutto
  • 14 Marzo 2017
    La sfida cristiana nel cuore dell’Europa
    Leggi tutto
  • 14 Marzo 2017
    «Vi scrivo dal Bangladesh»
    Leggi tutto
  • 13 Marzo 2017
    Un concerto contro la tratta
    Leggi tutto
  • 10 Marzo 2017
    Su Rai Due le donne invisibili
    Leggi tutto
  • 09 Marzo 2017
    Villa confiscata diventa Casa Famiglia
    Leggi tutto
  • 08 Marzo 2017
    Non solo mimose
    Leggi tutto
  • 06 Marzo 2017
    Una via dedicata a don Benzi
    Leggi tutto

La Comunità Papa Giovanni XXIII è una realtà complessa e dinamica, come lo sono le sfide che ogni giorno affronta per essere famiglia di bambini (spesso con gravi disabilità), ragazze madri, persone con deficit psichici e fisici, ex tossicodipendenti, anziani soli, vittime del racket, persone senza fissa dimora, ex carcerati, ex alcolisti. Per dare a tutti questi piccoli "le risposte di cui hanno bisogno, non quelle che possiamo”, nei suoi 45 anni di storia APG23 ha dato vita a numerose realtà giuridiche, in Italia e all'estero. Cooperative sociali, associazioni di volontariato, realtà imprenditoriali concorrono a creare le fondamenta della "Società del Gratuito" anche in ambito lavorativo e costituiscono un piccolo universo di solidarietà e di vita.

Organizzazione interna di APG23

In questo compito la Comunità Papa Giovanni XXIII non è sola: una fitta rete di relazioni operative si è instaurata con singoli cittadini, associazioni e cooperative, fondazioni bancarie e di erogazione, aziende, enti pubblici in Italia e all’estero. Questa rete attiva e dinamica permette non solo di mantenere l'attività ordinaria, ma anche di sviluppare progetti nuovi che rispondano alle emergenze. In questi ultimi anni, per esempio, si è molto rafforzata l'azione in favore dei senza fissa dimora, con le "Capanne di Betlemme", e dei detenuti, con le "Comunità Educanti con i Carcerati", e d'altra parte si sono aperte nuove presenze in numerosi Stati stranieri (dall'Argentina al Nepal, dalla Grecia al Camerun): solo una comunità coesa al suo interno e capace di attivare solide collaborazioni all'esterno può far fronte alle sfide del presente, mantenendo sempre un occhio rivolto al futuro. Per questo è sincero e profondo il ringraziamento a tutti coloro che in ogni modo contribuiscono a sviluppare il grande progetto della "Società del Gratuito" in Italia e nel mondo.

 

Ultime news
  • In partenza: giovani in missione
    Dal 17 al 19 marzo si è svolto il Corso Missioni rivolto a tutti i giovani interessati a fare un’esperienza in una delle r...
    Leggi tutto
    20 Marzo 2017
  • La voce dei profughi siriani all'..
    Il 14 marzo 2017, alla 34a sessione del Consiglio dei Diritti Umani di Ginevra si è svolto il dialogo interattivo con la C...
    Leggi tutto
    16 Marzo 2017
  • Anche Ferrara sanziona i clienti
    È stato approvato lunedì 13 marzo il nuovo Regolamento di Polizia urbana con la maggioranza Pd pressochè compatta, che pre...
    Leggi tutto
    15 Marzo 2017
  • La sfida cristiana nel cuore dell..
    Testimoni della misericordia di Dio verso i più poveri e gli emarginati. Ecco la sfida di oggi, soprattutto per noi cristi...
    Leggi tutto
    14 Marzo 2017
  • «Vi scrivo dal Bangladesh»
    La zona Asia (che riunisce i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII che vivono in Bangladesh, Sri Lanka, India, Cina) s...
    Leggi tutto
    14 Marzo 2017
  • Un concerto contro la tratta
    Il Teatro “Magda Olivero” di Saluzzo (CN) era gremito e la gente che non è riuscita a trovare un posto a sedere, ha g...
    Leggi tutto
    13 Marzo 2017
  • Su Rai Due le donne invisibili
    Abbiamo appena finito di festeggiare la dignità delle donne, di tutte le donne con la ricorrenza dell’8  marzo. Eppure è s...
    Leggi tutto
    10 Marzo 2017
  • Villa confiscata diventa Casa Fam..
    A Sarzana, in provincia de La Spezia, un immobile ed un terreno confiscati alle organizzazioni criminali accoglieranno un...
    Leggi tutto
    09 Marzo 2017
  • Non solo mimose
    Buone notizie da numerosi comuni italiani, tra gli ultimi Piacenza e Sarzana, città in cui l'amministrazione comunale ha ...
    Leggi tutto
    08 Marzo 2017
  • Una via dedicata a don Benzi
    «Grazie per aver dedicato questa strada a don Oreste Benzi, prete di strada» Così Giovanni Paolo Ramonda si è rivolto ...
    Leggi tutto
    06 Marzo 2017
Newsletter
iscriviti
Informativa art. 13, d. lgs 196/2003 I tuoi dati personali saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, per attività informative e promozionali su progetti, iniziative, servizi e prodotti di Comunità Papa Giovanni XXIII e degli enti a essa consorziati (“Consorzio” – vedi link sotto per conoscere l’elenco delle entità giuridiche), come espressamente richiesto con l’iscrizione alla newsletter. Titolare del trattamento è Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Mameli 1, 47921 Rimini (RN). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti alle attività di comunicazione e marketing, di organizzazione di campagne promozionali e istituzionali, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per fini promozionali e informativi, e richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo a Comunità Papa Giovanni XXIII – Via Punta di Ferro 2D, 47122 Forlì (FC) oppure inviare un’e-mail a infoapg23@apg23.org.
Loading…