Ultime news
  • 15 Giugno 2018
    Ramonda incontra Papa Francesco
    Leggi tutto
  • 13 Giugno 2018
    Servizio civile: 346 posti disponibili
    Leggi tutto
  • 12 Giugno 2018
    Bambini profughi, la storia
    Leggi tutto
  • 12 Giugno 2018
    #daicistai ora tocca a te!
    Leggi tutto
  • 08 Giugno 2018
    A Forlì la scuola "Don Oreste Benzi"..
    Leggi tutto
  • 07 Giugno 2018
    Basket in carrozzina a Cesenatico
    Leggi tutto
  • 04 Giugno 2018
    Per un Veneto sociale
    Leggi tutto
  • 29 Maggio 2018
    Un circo da sogno
    Leggi tutto
  • 24 Maggio 2018
    Assemblea Generale 2018
    Leggi tutto
  • 22 Maggio 2018
    40 anni di Legge 194
    Leggi tutto

LA NOSTRA IDENTITÀ

È molto difficile sintetizzare in poche righe il carisma specifico della Comunità Papa Giovanni XXIII e quanto è contenuto nei suoi documenti fondanti. Per ulteriori approfondimenti, si rimanda perciò alla lettura della Carta di Fondazione, dello Statuto e del Direttorio. Come ulteriore approfondimento consigliamo la lettura della raccolta di scritti di don Oreste Benzi, le Sorgenti della nostra Vocazione.

In data 25 marzo 2004, solennità dell'Annunciazione, l'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII è stata definitivamente riconosciuta dalla Chiesa tramite il Pontificio Consiglio per i laici come Associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio con personalità giuridica. Ha ottenuto inoltre l'approvazione definitiva degli Statuti e della Carta di fondazione che ne forma parte integrante. (Decreto Pontificio)

La vocazione della Comunità consiste nel conformare la propria vita a Gesù povero, servo, sofferente, che espia il peccato del mondo (Specifico interiore della vocazione) e nel condividere (per Gesù con Gesù in Gesù) la vita degli ultimi (specifico visibile).

L'associazione è un'unica famiglia spirituale, composta da persone di diversa età e stato di vita che s'impegnano a rispondere all'universale chiamata alla santità, a contribuire alla realizzazione del Regno di Dio, a partecipare alla missione di salvezza della Chiesa.

Le linee di vita spirituale secondo le quali la Comunità Papa Giovanni XXIII intende seguire Cristo povero, servo e sofferente, sono articolate in cinque punti.

  1. Condividere la vita degli ultimi. I membri della Comunità s'impegnano a condividere la vita degli ultimi mettendo la propria vita con la loro vita, facendosi carico della loro situazione, mettendo la propria spalla sotto la loro croce, accettando di farsi liberare dal Signore attraverso loro.
  2. Condurre una vita da poveri. Coloro che hanno scelto questa via di santificazione si modificano per condurre concretamente una vita da poveri alla sequela di Gesù. Il povero che il Signore fa loro incontrare trasforma la loro vita, sconvolge la loro sicurezza, può chiedere anche il posto nella famiglia. I membri della Comunità non si ritengono proprietari o padroni ma amministratori fedeli, sia dei doni e della grazia ricevuti dal Signore, sia del denaro di cui vengono in possesso. Essi ricercano anche le virtù connesse alla vita da poveri; la frugalità, la semplicità, il coraggio della verità, l'essenzialità, l'umiltà, il sacrificio accompagnato in maniera particolare dalla scomodità.
  3. Fare spazio alla preghiera e alla contemplazione. I membri della Comunità trovano lo strumento privilegiato per vivere ed approfondire la loro relazione di figli verso il Padre, nella preghiera e nella contemplazione; cercano di fare dell'unione con Dio una dimensione di vita.
  4. Lasciarsi guidare nell'obbedienza. Per non correre invano, coloro che appartengono alla Comunità riconoscono il servizio di conferma e di guida esercitato dal responsabile generale.
  5. Vivendo la fraternità. L'amore a Dio diretto ai fratelli è la fraternità. La prova che si ama Dio è l'amore ai fratelli (1Gv. 4,20). Il segno che si amano gli ultimi è dato dall'amore esistente fra i membri della Comunità.

 

 

 

Ultime news
  • Ramonda incontra Papa Francesco
    Questa mattina Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, è stato ricevuto da Papa Francesco i...
    Leggi tutto
    15 Giugno 2018
  • Servizio civile: 346 posti dispon..
    Sta per uscire il bando, l’ultimo con le regole attuali. Poi scatterà il nuovo Servizio Civile Universale: ecco le novi...
    Leggi tutto
    13 Giugno 2018
  • Bambini profughi, la storia
    Ola, nome di fantasia, ha 11 anni. C'era anche lui fra i bambini profughi, sabato sulla nave Sea Watch 3 che ha attracca...
    Leggi tutto
    12 Giugno 2018
  • #daicistai ora tocca a te!
    La Comunità Papa Giovanni XXIII ha da poco lanciato una nuova piattaforma di personal fundraising per raccogliere fondi on...
    Leggi tutto
    12 Giugno 2018
  • A Forlì la scuola "Don Oreste Be..
    La scuola paritaria Santa Dorotea di Forlì è ora intitolata a don Oreste Benzi, il prete romagnolo “dalla tonaca lisa” fon...
    Leggi tutto
    08 Giugno 2018
  • Basket in carrozzina a Cesenatico
    Sulla riviera romagnola si è svolto il 2° campionato interprovinciale di basket in carrozzina
    Leggi tutto
    07 Giugno 2018
  • Per un Veneto sociale
    Sociale del Veneto in crisi: mancano i fondi per 300 professionisti della tutela dei minori e degli adolescenti che sono a...
    Leggi tutto
    04 Giugno 2018
  • Un circo da sogno
    "Piccole creature del caos" si aggirano sul palco in una storia tra sogno e realtà. Sono i protagonisti dello spettacolo “...
    Leggi tutto
    29 Maggio 2018
  • Assemblea Generale 2018
    Dal 25 al 27 maggio 2018 la Tre giorni generale della Comunità Papa Giovanni XXIII, con membri, volontari e missionari da...
    Leggi tutto
    24 Maggio 2018
  • 40 anni di Legge 194
    Il 22 maggio 2018 ricorrono i 40 anni dall'entrata in vigore della legge 194 conosciuta come legge sull'aborto. Ma è ben ...
    Leggi tutto
    22 Maggio 2018
Iscriviti alla Newsletter IOCON
iscriviti adesso
Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy
Loading…